Scicli, sindaco chiude anagrafe per protestare contro la manovra economica

DiComunicati

Set 12, 2011

«Una situazione insostenibile». E’ quella che sono costretti ad affrontare i comuni, alle prese con i continui tagli dei trasferimenti da parte di Stato e Regione.

Il sindaco di Scicli, Giovanni Venticinque, ha annunciato che il 15 settembre chiuderà simbolicamente l’ufficio Anagrafe e Stato Civile. Il gesto in segno di protesta nei confronti della recente manovra economica del Governo, necessaria ma sbagliata.

«Si tagliano servizi necessari, ma si mantengono gli sprechi –  ha detto Venticinque. – Scicli perciò aderisce alla protesta dell’Anci».

Il primo cittadino ha scritto una lettera al Prefetto di Ragusa, Giovanna Stefania Cagliostro, annunciando la riconsegna delle deleghe quale ufficiale di governo per il 15 settembre.