Catania celebra l'8 marzo "adottando" mamme in difficoltà

DiComunicati

Mar 7, 2011

Il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli e gli assessori alla Cultura Marella Ferrera, alle attività produttive Franz Cannizzo e al Turismo Rita Cinquegrana hanno presentato il programma delle manifestazioni promosse dal Comune in occasione della festa della Donna.

In prima piano l’iniziativa “Adotta una mamma… salverai il suo bambino”, giornata di solidarietà a favore delle madri in difficoltà, promossa dal Comune in collaborazione con Croce Rossa Italiana, Confcommercio, Federfarma, Confindustria, Simeto Docks, Movimento Italiano per la Vita, che si svolgerà a Palazzo Platamone, ex Convento di San Placido, martedì 8 marzo con la raccolta di generi di prima necessità per giovani ragazze madri in difficoltà, grazie all’opera di sensibilizzazione degli enti che con l’Amministrazione sostengono l’iniziativa gia’ avviata nei giorni scorsi.

“E’ una lodevole iniziativa nel segno della solidarietà – ha detto il sindaco Stancanelli – che fa affidamento sulla disponibilità dei cittdini per la raccolta di tutto ciò che può aiutare una mamma. Una sensibilizzazione che sostiene quella delle istituzioni che su questo fronte devono sempre meglio e più”.

Il centro di raccolta capi di vestiario, per cibi per neonati, materiale in genere per la prima infanzia è a palazzo della Cultura e poi distribuito a enti e associazioni che seguono questa fascia di donne, spesso giovanissime e in condizione di disagio anche sociale.

“In molti – ha aggiunto l’assessore Ferrera – hanno già aderito all’iniziativa, mettendo in moto una catena di solidarietà che servirà alle future madri per non sentirsi sole nel reggere il peso della responsabilità importante come la nascita e la crescita di un bambino”.

Nel pomeriggio di martedì 8 marzo, inoltre, Palazzo della Cultura ospiterà un convegno sul tema della maternità nel processo educativo, sia sotto il profilo sociale che sanitaro con esperti che appronfondranno le problematiche sotto i vari profili anche con testimonianze di donne sui temi della difesa della vita e della dignità delle donne.

Altra importante iniziativa promossa dall’amministrazione comunale etnea per la giornata della Donna si svolgerà nel Piccolo refettorio del monastero dei Benedettini, promossa dagli assessorati Turismo e Attività produttive, in collaborazione con le biblioteche riunite Civica e Ursino-Recupero, l’Archivio di Stato, l’Accademia delle Belle Arti, la Confcommercio e Herborium Musem:”Leggere al Femminile”.

In mattinata un convegno, aperto dal sindaco e dal saluto degli assessori Cannizzo e Cinquegrana con letture intepretate, “Profili di Donne”, curate da Maria Concetta Calabrese e Sarah Zappulla Muscarà; nel pomeriggio altri approfondimenti sulla figura della donna del ‘500 in Sicilia e il valore delle erbe officinali nella cura della persona.