Turismo, Caltagirone punta sui camperisti

DiComunicati

Gen 7, 2011

Caltagirone si candida a entrare sempre di più nei circuiti turistici dei camperisti, che già negli ultimi anni l’hanno scelta in maniera crescente, come testimoniano,  fra l’altro, i tantissimi visitatori appartenenti anche a questa tipologia che continuano a registrarsi in queste festività natalizie.

“Per far divenire la nostra una cittadina sempre più a misura di camperista – spiega il sindaco Francesco Pignataro – abbiamo promosso iniziative per l’immediato e redatto una serie di progetti destinati a farci compiere un notevole salto di qualità nell’accoglienza e nei servizi relativi”.

“Nell’area di San Giovanni – sottolinea l’assessore ai Lavori pubblici Mario Polizzi – abbiamo effettuato interventi di pulizia straordinaria e risolto il problema dello scarico delle acque grigie e nere con la realizzazione di un apposito pozzetto. Le attestazioni giunteci da camperisti – locali e non – ci confortano”.

L’area di San Giovanni è inoltre oggetto di due progetti destinati, negli intendimenti dell’Amministrazione, a farne uno spazio permanentemente e organicamente utilizzato per la sosta dei camperisti. Uno, presentato nell’ambito dei fondi comunitari per il turismo, prevede la sistemazione definitiva del sito. L’altro, redatto dagli uffici dell’Area 4 – Centro storico e di carattere esecutivo, si propone la delimitazione dei posteggi (una cinquantina), la realizzazione di un impianto di illuminazione, di colonnine elettriche, della recinzione e di un sistema di videosorveglianza, oltre che di un piccolo padiglione che ospiti una caffetteria, i servizi igienici e il personale addetto alla vigilanza. Previsti anche giochi per i bambini e attrezzature per la sosta (tavoli e sedie).

“Quanto ai lavori e alla successiva gestione dell’area – osserva l’assessore all’Urbanistica Domenico Palazzo –  essi saranno affidati ai privati nell’ambito del partenariato pubblico – privato che ha già dato proficui risultati in altre circostanze”. A questo proposito si è già registrata una disponibilità di massima da parte della società che si occupa della gestione delle strisce blu.