La pagina della B femminile. Nona settimana

DiComunicati

Gen 9, 2011

Impresa Elefantino al Pentimele, battuta la Lu.ma.ka…. Tonfo Rainbow in casa Priolo… Porta bene il nuovo anno alla Lazur. Battuta l’ Odysseus priva di Arrigò…

Salutano positivamente l’arrivo del nuovo anno due delle tre formazioni catanesi che militano nel girone unico di B regionale.
In una trasferta delicata l’ Elefantino Catania, si aggiudica il derby dello stretto contro la Lu.ma.ka Reggio Calabria, in un match in cui entrambe le squadre disponevano a referto di sei giocatrici su dodici.
Evidentemente fondamentale la differenza in termini d’esperienza tra il roster catanese e quello reggino.
Il risultato è infatti stato incerto solo nel primo quarto, per poi volgere definitivamente a favore delle ospiti, realizzatrici di un break micidiale di 12-0 sulle avversarie con Patara e Bruni.
Gran sacrificio comunque delle giovanissime giocatrici allenate da Malagà, prive in quest’incontro del contributo offensivo di Anechoun e Talarico, evidentemente bon contenuta dalla difesa catanese.
Inizia malissimo il nuovo anno della Rainbow del Presidente Ferlito.
Appena quaranta punti a referto per le catanesi contro i settanta sfiorati dalle ragazze di Coppa.
Merito a quest’ultime d’aver mantenuto per quaranta minuti un atteggiamento costantemente aggressivo in difesa ed estremamente concreto in attacco. Demerito delle avversarie di non esser probabilmente mai entrate in partita, con la sola Indorato a bucare la retina nel terzo quarto.
In un sabato da dimenticare, meritano però d’esser citati i primi punti in B regionale della giovane play Under 17 Alessia Fresta.
Trova la seconda vittoria della stagione la nuova Lazur di Gianni Catanzaro.
Il quintetto locale è riuscito ad imporsi solo dopo tre tempi di forte equilibrio contro l’ Odysseus della coach Ardizzone.
Le ospiti messinesi, prive del loro fondamentale riferimento in attacco, l’infortunata Gabriella Arigò, hanno tenuto testa alle padrone di casa sino all’inizio del quarto quarto, quando in poco più di tre minuti, la Lazur ha preso il largo con una ritrovata Valentina Parisi in attacco ed una straordinaria Hristova al contegno difensivo sotto la plance.
La sola lunga lettone Junkute, autrice infine di 22, non ha ovviamente potuto da sola rispondere all’offeniva casalinga.
Tabellone fisso sul 54-48 a fine del periodo regolare di gioco.
La Lazur plaude all’arrivo del nuovo anno.

Redazione Basket Catanese