Proposta di legge per gli immigrati in Sicilia

DiComunicati

Lug 22, 2009

Sabato 25 luglio, alle 10.30, al Palazzo della Cultura (ex convento di San Placido, via Museo Biscari 5), avra’ luogo una conferenza-stampa nel corso della quale sara’ presentato un disegno di legge sull’immigrazione. Nata a conclusione dell’incontro “CONOSCIAMOCI per dialogare e costruire insieme un futuro di speranza”, promosso da «Sicilia Mondo», al quale hanno preso parte i rappresentanti delle varie etnie presenti in Sicilia, la proposta di legge mira ad affermare il principio di parita’ di diritti e di doveri, nel rispetto e nella valorizzazione delle differenze culturali, linguistiche e religiose. Essa, in conformita’ all’art. 117 della Costituzione italiana, verra’ inoltrata al Governo regionale anche in vista dell’imminente attivazione dell’area di libero scambio Euro-Mediterraneo.

Obiettivo principale della proposta di legge l’integrazione dei cittadini non comunitari, stabilizzatisi da tempo in Sicilia, con la consapevolezza che la diversita’ etnica costituisce ricchezza e strumento privilegiato di progresso politico-culturale, di sviluppo socio-economico, per una societa’ siciliana coesa, civile e pluralista.

Quattro i punti-chiave della proposta di legge: accesso alle cure ambulatoriali ed ospedaliere urgenti o comunque essenziali individuate dall’art. 35, comma 3, del decreto legislativo 25 luglio n. 286 alle stesse condizioni previste per i cittadini italiani; fruizione dei Servizi Sociali e scolarizzazione sostenuta e non discriminata; istituzione di una Consulta regionale composta da rappresentanti di cittadini non comunitari e rappresentanti di associazioni laiche e/o religiose che operano nel territorio; attenzione riservata all’accoglienza e alla solidarieta’.

Interverranno: Domenico Azzia (Presidente di Sicilia Mondo) e Enzo Zappulla (Presidente dell’Istituto di Storia dello Spettacolo Siciliano).