Basket, B2/f: Belvedere-Lazùr 51-39

Ancora una sconfitta per la Lazùr, battuta dal Belvedere Partinico.

Belvedere-Lazùr 51-39
Palestra Comunale di Partinico, 12 aprile, 18:00

Belvedere Partinico: Spinella 8, Giostra 2, Rappa, Tinì 3, O. Lo Porto 15, Noto 2, M. Lo Porto 19, Pifara, Ponnì, Di Marco 2. Allenatore: Zangara.
Lazùr Catania: Parisi 6, Pappalardo 6, Aleo 2, D’Angelo 6, Formica 4, La Manna 3, Ilieva 8, Hristova 4, Argentino. Allenatore: Aleksandrova.
Arbitri: Cappello e Fiannaca di Porto Empedocle.
Parziali: 13-9, 22-20, 38-32.

Semaforo rosso per la Lazùr Catania. Nel secondo turno del girone di ritorno della poule- promozione del torneo di serie B di basket femminile, la squadra del presidente Federico Cicero cede, per 51-39, sul parquet del Belvedere Partinico. Le rossazzurre escono, comunque, a testa alta dopo aver dato proprio tutto. Il gioco duro e falloso delle padrone di casa ha creato seri grattacapi alle cestiste allenate da coach Sashka Aleksandrova. Le “lazurine” sono state penalizzate da un arbitraggio permissivo, che ha concesso al Partinico di praticare una pallacanestro aggressiva.

“Noi sul parquet pensiamo solo a giocare- afferma il coach etneo, Sashka Aleksandrova-. Le nostre avversarie, invece, hanno badato solo a picchiare e a commettere falli. Questo basket non ha futuro. Sono contenta ed orgogliosa del comportamento tenuto, in campo, dalle mie giocatrici”. Il primo parziale si è chiuso sul 13-9 per il quintetto locale. Nel secondo periodo, la Lazùr è cresciuta ed ha assestato un break di 11-9 (22-20 per il Partinico al riposo lungo). Il terzo quarto di gioco è stato molto combattuto. Le palermitane si sono portate avanti per 38-23 ed hanno poi gestito il match nell’ultimo periodo. In evidenza nella Lazùr Catania la bulgara Marina Ilieva, che sta crescendo di partita in partita e potrà dare sicuramente una mano preziosa alla squadra catanese.

Umberto Pioletti

Torna in alto