Nuovi spazi ludici per bambini a Catania

In via Santo Cantone, nella zona di Cibali, e in piazza Palestro stanno sorgendo nuove aree attrezzate dedicate ai bimbi della città.
Nel piano di riordino e di nuova  realizzazione di spazi dedicati ai più piccoli i reparti tecnici del Verde Pubbico hanno avviato i lavori di nuovi piccoli spazi ludici in queste due importanti zone della città. Questi interventi seguono di qualche giorno quelli già conclusi nel quartiere Librino. I lavori, che proseguiranno per tutto ottobre, sono coordinati da Marco Morabito, dirigente del Verde pubblico, nell’ambito dell’assessorato all’ecologia guidato da Carmencita Santagati.
Nello spazio di via Santo Cantone, già ultimato, i bambini avranno a disposizione per i loro giochi all’aperto delle altalene e una torretta scivolo.
La zona bimbi di piazza Palestro, che riguarda gli spazi verdi ubicati all’opposto della porta Ferdinandea e più vicini a via Acquicella, sarà attrezzata con una pavimentazione antitrauma a norma e una serie di giochi  tra cui delle torrette scivolo da 1,50 e 2.00 metri di altezza, alcune altalene e dei bilici a molla.
Alla fine di questo ciclo di manutenzioni vari quartieri cittadini avranno nuovi spazi attrezzati per i bimbi e in particolare: via Don Minzoni, parco Fenoglietti, via Degli Agrumi, Zia Lisa, via Borgese, a questi interventi si aggiungeranno quelli di manutenzione e riqualificazione delle aree dedicate già esistenti.

Il tratto finale di via Giambattista Grassi diventa via Louis Braille

Il tratto di strada all’incrocio tra via Emanuele Da Bormida e via Giambattista Grassi è stato intitolato via Louis Braille, l’inventore dell’omonimo sistema di scrittura e lettura a rilievo per non vedenti e ipovedenti messo a punto nella prima metà del XIX secolo.

All’iniziativa dell’intitolazione della parte finale di via GB Grassi a Louis Braille hanno partecipato anche i rappresentanti dell’Unione Italiana Ciechi che proprio in quella strada ha la propria sede provinciale.

Via Crociferi diventa isola pedonale

La storica via dei Crociferi, uno dei percorsi maggiormente segnati dal passaggio dei turisti che giungono a Catania, con decorrenza è diventata un’isola pedonale. Lo ha annunciato il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli a margine della riconsegna all’amministrazione comunale dello storico edificio settecentesco che per sessanta anni ha ospitato la sede della Cisl provinciale:”Un fatto importante per Catania – ha spiegato il sindaco – che ci fa compiere un altro passo in avanti verso il progetto di mobilità cittadina che garantisce sempre più i pedoni. Dopo piazza Duomo – ha aggiunto il primo cittadino – anche il tratto via Crociferi  compreso tra villa Cerami e via di Sangiuliano viene chiuso al traffico veicolare. Una decisione che abbiamo voluto che coincidesse con questo momento di riconquista della città di uno dei suoi gioielli più preziosi, l’ex monastero dei Crociferi. Un atto – ha proseguito Stancanelli – che s’inquadra nell’ambito delle iniziative per allineare finalmente Catania alle altre grandi  realtà europee che da decenni ormai puntano sulla pedonalizzazione dei centri storici, mentre noi purtroppo siamo dovuti partire da una città che anche in questo era ferma agli anni ottanta. Finalmente – ha concluso il sindaco – anche in questa parte di via dei Crociferi non vedremo più ziagzare i turisti, che sempre più numerosi arrivano in città, tra le auto in sosta e il traffico”.

Nell’ambito del piano di pedonalizzazione di via dei Crociferi, l’amministrazione Stancanelli su proposta dell’assessore alla mobilità Alberto Pasqua, ha anche provveduto all’interdizione al traffico veicolare delle vie limitrofe Sant’Elena e Cerami.

Denunciati gravi disagi nell'ufficio postale di via dottor Consoli

Il circolo “Centro storico” del Partito Democratico etneo interviene con una nota per segnalare i disagi vissuti dai cittadini utenti degli uffici postali del centro cittadino, costretti a subire lunghissime attese e disagi. “Riceviamo giornalmente – si legge nella nota del segretario del circolo Davide Ruffino – lamentele e proteste da parte degli utenti di Poste Italiane che riguardano soprattutto le code infinite causate dal gran numero di sportelli che rimangono quotidianamente chiusi, o per mancanza di personale oppure perché utilizzati per lavori interni”.

“Pur apprezzando la buona volontà degli addetti, i cittadini non comprendono il motivo di tanta disorganizzazione” prosegue il segretario del circolo cittadino del partito, che segnala in particolare un caso emblematico e particolarmente grave, viste le numerosissime segnalazioni degli utenti.

“Nell’ufficio postale di via dottor Consoli non esiste nemmeno la macchinetta elimina-code che, stando a quanto ci raccontano gli utenti, viene richiesta a gran voce da anni – spiega Ruffino – Ciò comporta uno spettacolo indegno che si verifica ogni giorno, con infinite discussioni per capire chi è il primo e chi viene dopo, fogli di carta di fortuna dove si è costretti a scrivere il proprio nome e cognome, in spregio ad ogni normativa sulla privacy. Un modo d’agire che crea moltissima confusione oltre che frequenti liti tra gli utenti”.

“Per questo lanciamo un appello a Poste Italiane – conclude il segretario del circolo Pd – perché si acquisti subito una macchinetta elimina-code per l’ufficio di via dottor Consoli ma, in generale, perché si faccia il possibile per garantire agli utenti, soprattutto nei giorni e negli orari di maggior afflusso, un servizio più efficiente in tutti gli uffici postali”.

Un caffè in Sicilia con le foto di Dario Azzaro

Chi pensa che il caffè possa essere gustato solo dalla tazzina o come ingrediente per dolci, rimarrà piacevolmente sorpreso di fronte ai primi e secondi piatti creati dalla maestria dei migliori chef di Sicilia e internazionali: raffinatezze d’alta cucina che coinvolgono i sensi, buone da gustare e odorare, ma soprattutto belle da vedere.

È infatti un curioso “menù” da ammirare quello della mostra fotografica “Sicilia al gusto di caffè”, realizzata dal fotoreporter Dario Azzaro per celebrare i 18 anni della casa editrice “Sotto il Vulcano”, con il supporto del gruppo Viba Vending, leader nella distribuzione automatica, e dell’Associazione “Le Soste di Ulisse”.

Venticinque scatti in esposizione, che saranno presentati domani, sabato 10 dicembre, alle 10.30, al Palazzo della Cultura (via Vittorio Emanuele 121) di Catania. Per l’occasione si svolgerà un convegno dedicato al caffè, quello da bere e quello “da mangiare”, in questo caso anche con gli occhi. All’evento parteciperanno – accanto all’editore e organizzatore dell’iniziativa Marco Spampinato e all’amministratore unico di Viba Vending Vincenzo Ballato – il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli, l’assessore comunale alle Attività Produttive Franz Cannizzo, il presidente di “Le Soste di Ulisse” Enrico Briguglio. Concluderà gli interventi Fabio Castiglione dell’Area Manager DA “Luigi Lavazza Spa”.

E per tenere desti il palato e l’attenzione degli intenditori di caffè, le immagini della mostra saranno protagoniste di un calendario edizione 2012, celebrativo dell’anniversario di “Sotto il Vulcano. Mese dopo mese i diversi chef – solo per citarne alcuni, la prossima “Stella Michelin” in Sicilia Angelo Treno, e i siracusani Ivo Vatti e Keita Tanaka, che si distinguono nel panorama italiano della ristorazione – racconteranno con le loro portate, la cultura e le tradizioni isolane legate ai profumati chicchi neri e alla loro celebre bevanda “fumante”.