Riattivati i campi sportivi comunali Nesima, Duca Aosta, Seminara, Zia Lisa, Velletri e Fontanarossa

I campi di calcio comunali della città di Catania sono tornati pienamente funzionali a seguito degli interventi di manutenzione straordinaria disposti dal sindaco Raffaele Stancanelli e dell’assessore allo Sport Ottavio Vaccaro al fine di garantire ai tanti giovani praticanti il regolare svolgimento delle attività sportive in condizioni di massima sicurezza e completa fruibilità.

Gli impianti interessati sono quelli di Nesima, Duca Aosta, Seminara, Zia Lisa, Velletri e Fontanarossa. I lavori sono stati realizzati con risorse in economia dagli operai del Comune e della Multiservizi con il coordinamento del direttore generale Maurizio Lanza e la collaborazione delle stesse società sportive di base rappresentate da Salvo Vasta.

Gli interventi che si sono completati proprio in questi giorni hanno riguardato, fra l’altro, la revisione e riattivazione di impianti elettrici, idraulici o di riscaldamento, in qualche caso con l’utilizzo di pannelli solari, il ripristino di opere in ferro (cancelli, ringhiere), il passaggio a maglia del terreno di gioco la sostituzione di reti di recinzione, la ristrutturazione degli spogliatoi.

Tra gli interventi  portati a termine anche la riapertura, dopo parecchi anni di divieto per l’accesso al pubblico, della tribunetta dello storico Campo di Nesima giusto in tempo per ospitare il prossimo 27 Maggio alle ore 16,30 la finale Play off per la promozione in seconda categoria tra Atletico Librino e la vincente della semifinale fra Motta Sant’Anastasia e Grammichele.

Via Crociferi diventa isola pedonale

La storica via dei Crociferi, uno dei percorsi maggiormente segnati dal passaggio dei turisti che giungono a Catania, con decorrenza è diventata un’isola pedonale. Lo ha annunciato il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli a margine della riconsegna all’amministrazione comunale dello storico edificio settecentesco che per sessanta anni ha ospitato la sede della Cisl provinciale:”Un fatto importante per Catania – ha spiegato il sindaco – che ci fa compiere un altro passo in avanti verso il progetto di mobilità cittadina che garantisce sempre più i pedoni. Dopo piazza Duomo – ha aggiunto il primo cittadino – anche il tratto via Crociferi  compreso tra villa Cerami e via di Sangiuliano viene chiuso al traffico veicolare. Una decisione che abbiamo voluto che coincidesse con questo momento di riconquista della città di uno dei suoi gioielli più preziosi, l’ex monastero dei Crociferi. Un atto – ha proseguito Stancanelli – che s’inquadra nell’ambito delle iniziative per allineare finalmente Catania alle altre grandi  realtà europee che da decenni ormai puntano sulla pedonalizzazione dei centri storici, mentre noi purtroppo siamo dovuti partire da una città che anche in questo era ferma agli anni ottanta. Finalmente – ha concluso il sindaco – anche in questa parte di via dei Crociferi non vedremo più ziagzare i turisti, che sempre più numerosi arrivano in città, tra le auto in sosta e il traffico”.

Nell’ambito del piano di pedonalizzazione di via dei Crociferi, l’amministrazione Stancanelli su proposta dell’assessore alla mobilità Alberto Pasqua, ha anche provveduto all’interdizione al traffico veicolare delle vie limitrofe Sant’Elena e Cerami.

Operazione antiabusivismo nel centro di Catania

Diversi gazebo abusivi che alcuni gestori di importanti locali cittadini avevano allestito davanti la loro attività commerciale sono stati smontati dagli stessi proprietari per evitare aggravi di spese e sanzioni, a seguito delle ultime operazioni antiabusivismo effettuate dalla Squadra Annonaria della Polizia Municipale e il supporto operativo della Manutenzione Comunale.

«Il nostro obiettivo – chiarisce l’Assessore alle Attività Produttive,Franz Cannizzo – è arrivare a una soluzione coi privati a cui consigliamo di rivolgersi agli uffici per verificare la regolarità della propria situazione. Abbiamo accolto con favore l’impegno a smontare le strutture entro i prossimi giorni. Non si tratta di ostacolare le attività economiche, ma di rispetto dell’architettura urbana di alcune parti della città. Anche gli abusivi potranno mettersi in regola chiedendo e pagando la loro area di suolo pubblico per poi arredarlo con tavoli, sedie ed ombrelloni, dopo aver smantellato le loro strutture». Approfondisci

La leggendaria Audi Quattro per Totò Riolo

Una vettura leggendaria da preparare per una stagione di rally storici. Totò Riolo ha condotto il primo test  con l’Audi Quattro in versione gruppo B curata dalla Balletti Motorsport. L’asso di Cerda, tre volte vincitore della Targa Florio, è stato scelto dalla scuderia piemontese anche per le sue spiccate doti di collaudatore. Al fianco di Riolo ci sarà l’altrettanto esperto Carlo Canova, fedele navigatore del campione cerdese in moltissime gare vittoriose.

La splendida A>udi Quattro Balletti Motorsport ha rivissuto i fasti dei grandi tempi che furono per i rally mondiali, con Riolo capace di portare a termine una lunga sessione di prove tra il 23 e 24 febbraio scorsi sulle strade dell’entroterra ligure, iniziando nella prima mattinata di giovedì scorso a salire e scendere lungo i tre chilometri e mezzo del percorso scelto, appositamente allestito per l’occasione e già teatro di test e shakedown in passato.

La rinnovata Audi, quattro ruote motrici e un propulsore turbo da 380 cavalli, ha così testato per la prima volta in configurazione da gara. Il lavoro ha interessato in particolare il setup e le ottimali regolazioni da rifinire, ma Riolo ha svolto diversi passaggi montando anche varie tipologie e mescole di pneumatici, al fine di scegliere il partner migliore per la stagione 2012.

“Sono state due giornate positive e abbiamo raccolto i dati che ci servivano. Già al primo approccio ho capito che il team ha indirizzato il lavoro sulla strada giusta, anche se restiamo consci che la vettura necessita di ulteriori sviluppi in vista dell’esordio”, ha commentato il pilota siciliano.

Il debutto in gara di Riolo-Canova sull’Audi Quattro gruppo B è previsto al Sanremo Rally Storico, prima prova del Campionato Europeo Rally Autostoriche, in programma dal 29 al 31 marzo prossimi.

Bloccate nuove concessioni per pub ed enoteche nel centro storico

La giunta comunale di Catania ha deliberato il blocco alle autorizzazioni per avviare nuovi esercizi commerciali che somministrano alimenti e bevande (pub, enoteche ecc..) nelle vie e nelle piazze del centro storico di Catania e in particolare nella Zona a Traffico Limitato e nell’Area Pedonale, vale a dire le vie circostanti il Teatro Massimo Bellini e quelle tra piazza Duomo e piazza Università.

“La decisione di sospendere il rilascio di nuove autorizzazioni che si andrebbero ad aggiungere alle tantissime già esistenti in quelle zone – spiega il sindaco Stancanelli – scaturisce da fondate ragioni di opportunità legate a ragioni di viabilità ma anche a garanzia di ordine pubblico, igiene e inquinamento acustico. Un’iniziativa che portiamo avanti in sintonia con residenti ed esercenti per aumentare i livelli di vivibilità che giustamente richiedono residenti e frequentatori di questa importante area artistico-culturale della vita cittadina, prevenendo una pericolosa deriva che snaturerebbe la natura. Il rispetto delle regole -prosegue Stancanelli- è una priorità perché solo un’adeguata pianificazione garantisce il mantenimento della qualità sotto tutti i profili”.

L’iniziativa, che rimette alla programmazione dell’assessorato alle attività produttive retto da Franz Cannizzo l’adozione di una proposta di regolamento da sottoporre entro un mese al consiglio comunale, è mirata a intensificare le azioni di tutela di questa area di particolare pregio artistico dove si riversano migliaia di cittadini, soprattutto giovani e su cui l’Amministrazione Stancanelli tramite l’assessore al Decoro Urbano e alla Polizia Municipale Massimo Pesce ha già fatto un giro di vite, “frenando eccessi che non aiutano a mantenere un livello qualitativo anche commerciale compatibile con una zona di grande attrazione e su cui numerosi sono i residenti che legittimamente reclamano un contesto ambientale di sicurezza”.

“I vincoli per le autorizzazioni commerciali per il centro storico sono doverosi per salvaguardare il fiorire di iniziative anche culturali degli ultimi tempi -spiega ancora il sindaco Stancanelli- affinchè questa vasta area continui a rimanere il fiore all’occhiello sia commerciale che attrattivo di Catania, in cui passeggiare e godere delle bellezze artistiche rimanga la caratteristica principale. Nella altre zone cittadine fuori dalla Ztl e dall’oasi pedonale – prosegue ancora il primo cittadino – gli esercizi che somministrano alimenti e bevande potranno invece continuare a sorgere poiché verranno sempre rilasciate le autorizzazioni, senza che siano sottoposte a vincoli di alcun genere, avviando così un vero e proprio decentramento delle aree commerciali”.