La rinascita del Cus/2: Giovanni Leonardi

Quest’anno compie 46 anni, ma Giovanni Leonardi non ha intenzione di ritirarsi: «Devo correre: con il mio fisico se non mi tenessi in allenamento avrei troppi acciacchi.» Il cestista catanese è una delle torri del campionato di Promozione, supera abbondantemente il metro e novanta e ora punta alla Serie D con la sua Futura Club. In passato, però, ha calcato anche i campi della Serie B1 con la maglia del Trapani.
Approfondisci

Quelli dello Jägermeister/2: Enzo Privitera

«Il “Mancino Terribile”: qualcuno mi chiamava così quando giocavo.» Questo è il ritratto di Enzo Privitera, ex playmaker e capitano di quello Jägermaister che, alla fine degli anni settanta, sfiorò in più occasioni la promozione in Serie B. «Il mio forte era il tiro, avevo una buona mano da lontano. Allora non c’era la linea da tre: posso assicurare che avrei segnato molti più punti se quella linea fosse stata introdotta prima!» Privitera fu una bandiera: arrivò al Gad a quindici anni e la lo lasciò dopo nove campionati, contribuendo alla rinascita di una società che era dovuta ripartire da zero per problemi economici.
Approfondisci

Quelli dello Jgermeister/2: Enzo Privitera

Il Mancino Terribile: qualcuno mi chiamava cos quando giocavo. Questo il ritratto di Enzo Privitera, ex playmaker e capitano di quello Jgermaister che, alla fine degli anni settanta, sfior in pi occasioni la promozione in Serie B. Il mio forte era il tiro, avevo una buona mano da lontano. Allora non cera la linea da tre: posso assicurare che avrei segnato molti pi punti se quella linea fosse stata introdotta prima! Privitera fu una bandiera: arriv al Gad a quindici anni e la lo lasci dopo nove campionati, contribuendo alla rinascita di una societ che era dovuta ripartire da zero per problemi economici.
Approfondisci