Scatta a Catania il piano viario invernale

Anche quest’anno in concomitanza con l’apertura delle scuole l’amministrazione comunale di Catania ha elaborato un piano di razionalizzazione viaria dei punti d’ingresso della città e un massiccio presidio di polizia urbana schierato nei punti strategici.

Il piano che è scattato martedì 11 settembre, in realtà con qualche giorno d’anticipo rispetto all’apertura ufficiale dell’anno scolastico,  è stato elaborato su disposizione delle scorse settimane dell’assessore uscente Massimo Pesce come ultimo atto della sua azione di delegato alla sicurezza urbana, dal comandante della Polizia Urbana Alessandro Mangani e dal  commissario Gaspare Morsellino responsabile per la viabilità del Corpo della Polizia Municipale.

“Grazie anche all’impegno dei mesi scorsi di Massimo Pesce – ha spiegato  il sindaco Raffaele Stancanelli prendendo visione della mappa del piano di viabilità – è divenuto un provvedimento ordinario per la nostra amministrazioe intervenire tempestivamente per fronteggiare  un’evenienza prevedibile come l’apertura delle scuole, rivedendo e migliorando l’organizzazione dei vigili impegnati nelle strade della città, nei punti e negli orari di maggiore flusso veicolare che nelle ore mattutine  è di circa cento mila veicoli”.

Nel piano, che scatta alle ore 7,00 di martedì 11 settembre saranno impegnati circa 140 vigili, dislocati in 48 postazioni e 17 tratti di strada, in aggiunta a quelli che già operano nei servizi di viabilità.

Particolare cura sarà posta a fluidificare gli ingressi in città dei pendolari che, dai paesi dell’hinterland, vengono a lavorare e studiare a Catania con un’attenzione particolare nella lotta alla sosta selvaggia. I vigili avranno, alcuni, una postazione fissa, mentre gli altri, in aggiunta ai normali compiti giornalieri si sposteranno nelle ore di punta a presidiare gli incroci maggiomente appesantiti dal flusso veicolare.  Agenti in moto, inoltre, presidieranno costantemente alcune vie per assicurare la sosta regolare dei veicoli e non fare intralciare il traffico e in caso di bisogno, avranno a disposizione diversi carri attrezzi per le rimozioni.

Infine da segnalare che via via che scatterà l’apertura delle scuole, anche quest’anno su richiesta del sindaco Stancanelli il servizio di presidio nei plessi scolastici con l’ausilio dei vigili urbani in pensione che opereranno gratuitamente rendendo un servizio importante alla città senza oneri per il Comune.

Servizio di pulizia meccanizzata sul Lungomare ogni martedì

Il servizio meccanizzato di pulizia voluto dal sindaco Raffaele Stancanelli in aggiunta al consueto  servizio di spazzamento, da martedì tocca la seconda delle sette zone previste dal piano di rotazione settimanale che sta interessando l’area cittadina. Un impegno di indubbia efficacia che sta dando già concreti risultati sotto il profilo del miglioramento del decoro cittadino, poiché gli interventi sono effettuati senza le auto in sosta sui lati dei marciapiedi dove spesso si annidano le incrostazioni più difficili da rimuovere.

Dalla prossima sera di martedì, ogni martedì di tutte le settimane, in entrambi i lati di viale Artale Alagona, nel viale Ruggero di Lauria e nella piazze del Tricolore, in piazza Nettuno e Mancini Battaglia,  entreranno in azione i mezzi meccanici con due spazzatrici e due lavastrade, che affiancheranno il lavoro di 12 operatori ecologici il cui scopo è quello di migliorare ulteriormente il decoro delle strade della zona. Nelle vie interessate  sono già stati posizionati cartelli della segnaletica verticale che indicano il divieto di sosta delle auto con rimozione dalle ore 22 alle 8 del giorno dopo. E ‘ evidente infatti che con le strade sgombre dai veicoli, gli operatori ecologici e i mezzi mecccanici di spazzamento e lavaggio, potranno intervenire più agevolmente e celermente.

“L’obiettivo di avere una città più pulita e decorosa – ha detto il sindaco Stancanelli – noi lo perseguiamo comunque, anche se non sempre c’è la  collaborazione dei cittadini per questo nuovo sistema di pulizia che è comunque un fatto di civiltà.  Abituarsi a guardare con attenzione i cartelli stradali –ha  aggiunto il sindaco Stancanelli – fa evitare di parcheggiare nelle ore previste per la pulizia notturna.  Una ovvia accortezza al rispetto delle regole che  se  violate fanno scattare la multa e la rimozione dell’auto.  Dando la nostra collaborazione agli operatori a fare il loro lavoro notturno e con un piccolo  gesto di attenzione, avremo una città più pulita, accogliente e dunque più vivibile”.

Il servizio “a rotazione”  che a regime toccherà tutto l’arco della settimana, è già stato avviato nella centrale zona di via Umberto, corso Sicilia e vie e piazze limitrofe, che finalmente sono tornate a una condizione accettabile dopo anni di incuria e degrado, visto che questo sistema di pulizia delle strade cittadine, ormai consueto in altre grandi città, a Catania solo ora è divenuto ordinario.

Festa di Sant'Agata, predisposte aree attrezzate per l'accensione dei ceri votivi

Il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli ha emesso un’ordinanza con cui, in occasione delle celebrazioni Agatine nei giorni 3, 4, 5 e 6 febbraio 2012, è fatto divieto a chiunque, l’accensione e il trasporto dei ceri accesi in tutto il territorio comunale.

Sarà consentita l’accensione dei tradizionali ceri esclusivamente nei seguenti siti, collocati lungo il percorso del fercolo, opportunamente delimitati, che il Comune attrezzerà mettendole in sicurezza come aree di incontro e di preghiera congiunta:
a)via Dusmet – Fontana S.Agata;
b)piazza Manganelli;
c)piazza Stesicoro, lato ovest;
d)largo dei Vespri;
e)piazza Cavour, lato sud-ovest.

L’attuazione dell’ordinanza sindacale è rimessa a tutte le Forze dell’Ordine, al Comando di Polizia municipale, ai Vigili del Fuoco, organismi a cui è demandato ognuno per la propria competenza anche il controllo sull’osservanza del provvedimento.

“Contenere gli eccessi – ha detto il sindaco Stancanelli – è un dovere che abbiamo anzitutto nei confronti di Sant’Agata e di quanti, da tutto il mondo, per i giorni della festa della nostra Patrona guardano con ammirazione a Catania. Sappiamo bene, infatti, che la movimentazione dei ceri accesi da parte dei devoti comporta problemi di pubblica incolumità e pericolo di incidenti, anche gravi, per pedoni e autoveicoli per via dei residui che lascia. Creare zone attrezzate e delimitate dove accendere i ceri, serve proprio a contemperare le esigenze di sicurezza con le tradizioni e la devozione dei fedeli”.

Bloccate nuove concessioni per pub ed enoteche nel centro storico

La giunta comunale di Catania ha deliberato il blocco alle autorizzazioni per avviare nuovi esercizi commerciali che somministrano alimenti e bevande (pub, enoteche ecc..) nelle vie e nelle piazze del centro storico di Catania e in particolare nella Zona a Traffico Limitato e nell’Area Pedonale, vale a dire le vie circostanti il Teatro Massimo Bellini e quelle tra piazza Duomo e piazza Università.

“La decisione di sospendere il rilascio di nuove autorizzazioni che si andrebbero ad aggiungere alle tantissime già esistenti in quelle zone – spiega il sindaco Stancanelli – scaturisce da fondate ragioni di opportunità legate a ragioni di viabilità ma anche a garanzia di ordine pubblico, igiene e inquinamento acustico. Un’iniziativa che portiamo avanti in sintonia con residenti ed esercenti per aumentare i livelli di vivibilità che giustamente richiedono residenti e frequentatori di questa importante area artistico-culturale della vita cittadina, prevenendo una pericolosa deriva che snaturerebbe la natura. Il rispetto delle regole -prosegue Stancanelli- è una priorità perché solo un’adeguata pianificazione garantisce il mantenimento della qualità sotto tutti i profili”.

L’iniziativa, che rimette alla programmazione dell’assessorato alle attività produttive retto da Franz Cannizzo l’adozione di una proposta di regolamento da sottoporre entro un mese al consiglio comunale, è mirata a intensificare le azioni di tutela di questa area di particolare pregio artistico dove si riversano migliaia di cittadini, soprattutto giovani e su cui l’Amministrazione Stancanelli tramite l’assessore al Decoro Urbano e alla Polizia Municipale Massimo Pesce ha già fatto un giro di vite, “frenando eccessi che non aiutano a mantenere un livello qualitativo anche commerciale compatibile con una zona di grande attrazione e su cui numerosi sono i residenti che legittimamente reclamano un contesto ambientale di sicurezza”.

“I vincoli per le autorizzazioni commerciali per il centro storico sono doverosi per salvaguardare il fiorire di iniziative anche culturali degli ultimi tempi -spiega ancora il sindaco Stancanelli- affinchè questa vasta area continui a rimanere il fiore all’occhiello sia commerciale che attrattivo di Catania, in cui passeggiare e godere delle bellezze artistiche rimanga la caratteristica principale. Nella altre zone cittadine fuori dalla Ztl e dall’oasi pedonale – prosegue ancora il primo cittadino – gli esercizi che somministrano alimenti e bevande potranno invece continuare a sorgere poiché verranno sempre rilasciate le autorizzazioni, senza che siano sottoposte a vincoli di alcun genere, avviando così un vero e proprio decentramento delle aree commerciali”.

Nuovo servizio notturno di lavaggio strade meccanizzato

L’Amministrazione comunale di Catania annuncia un nuovo fronte di impegno per aumentare gli standard di pulizia cittadina, pianificando l’impiego di sistemi meccanizzati analoghi a quelli utilizzati in altre grandi città. Su disposizione del sindaco Raffaele Stancanelli a partire da mercoledi 11 gennaio prossimo, ogni settimana, verrà effettuato un servizio  di pulizia  meccanizzato e lavaggio notturno di strade e marciapiedi, intervento che a Catania è stato sporadicamente realizzato ma che ora diventa un sistema stabile di azione, aggiuntivo a quello delle normali attività di spazzamento e raccolta dei rifiuti, impiegando mezzi ancora più moderni e incisivi per migliorare il decoro della città.

L’iniziativa che in questa fase iniziale è circoscritta solo ad alcune vie e piazze del centro verrà estesa gradualmente a tutte le zone della città. Ogni mercoledì, per cominicare, con cadenza settimanale via Umberto “lato nord”, via Umberto “lato sud” da piazza Galatea a viale Libertà, Corso Sicilia “lato sud” comprese le piazze Stesicoro e della Repubblica, Corso Martiri della Libertà e piazza Giovanni XXIII saranno interessate a questo piano di pulizia straordinaria effettuata da nuovissimi mezzi meccanici.

Nelle vie e piazze interessate a questo proposito è stato istituito il divieto di sosta con rimozione coatta per tutti i veicoli dalle ore 22,00 alle ore 8,00 del giorno successivo. L’UTU (Ufficio Traffico Urbano ) ha già provveduto a posizionare la segnaletica fissa di divieto di sosta. In questo modo, senza l’ingombro delle macchine parcheggiate gli operatori ecologici potranno meglio operare ma soprattutto potranno essere impiegate le modernissime spazzole dei mezzi meccanici che garantiscono  una pulizia rapida e accurata. Per ogni turno settimanale delle strade oggetto degli interventi, verranno impiegati 12 operatori, 2 spazzatrici meccaniche e 2 automezzi lavastrade.

“Si apre una fase nuova per migliorare la pulizia delle nostre strade che crediamo stia a cuore a tutti – sottolinea il sindaco Stancanelli –. E’ un piano che per essere attuato proficuamente necessita dello spirito di collaborazione degli automobilisti, ma rendere sempre più decorosa e accogliente la città è un obiettivo per cui lavoriamo concretamente dopo decenni di noncuranza. Per effettuare questi interventi è fondamentale l’assenza totale di automobili parcheggiate ai bordi delle strade perché così si permette agli operatori della Nettezza Urbana della ditta appaltatrice di effettuare una radicale pulizia del fondo stradale e dei marciapiedi che con il suolo pubblico occupato non possono essere ripuliti al meglio. Pertanto – continua Stancanelli – rinnovo a tutti i cittadini l’invito a collaborare e a rispettare il divieto di sosta notturno, ma un piccolo disagio settimanale che è poi un sistema che in altre realtà è prassi consueta già da parecchi anni vale certo la pena per avere una città più decorosa e dunque più vivibile e accogliente”.

Si ricorda a tale proposito che la Polizia Municipale provvederà alla rimozione delle auto parcheggiate nelle strade interessate alla pulizia notturna settimanale.

Il piano di interventi di ripulitura delle strade e dei marciapiedi cittadini oltre alle vie interessate a quella di mercoledì 11 gennaio, riguarderà a turno altre zone. I tecnici e gli operatori comunali hanno già infatti predisposto un piano che divide la città in sette zone, una per ogni della settimana, programma d’azione che verrà completamente attivato nell’arco di due mesi circa con un sistema di rotazione settimanale. Si sa già, per esempio che a partire da lunedì 23 gennaio un’altra fetta sarà oggetto degli interventi di pulizia notturna sarà quella di Ognina e del Lungomare, quando ogni primo giorno della settimana le automobili private nelle ore notturne non potranno essere parcheggiate così da permettere ai mezzi meccanici di spazzamento e lavaggio di entrare proficuamente in azione.