Quando Catania pulisce Catania

Catania non è morta, anzi è in un crescente fervore sociale e lo dimostra il fatto che sempre più gente di tutte le età e di tutti i ceti sociali si stia attivando in modo diretto per migliorare la propria città e renderla più vivibile ed appetibile ai turisti.

Questo spirito di solerzia e questa voglia di cambiamento coinvolgerà centinaia di persone nel cuore storico del capoluogo etneo martedì 29 maggio alle 10,00 nell’iniziativa “CATANIA pulisce Catania”, una manifestazione simbolica e concreta al tempo stesso che mira a ripulire il centro città da cartelli e manifesti abusivi, organizzata dai membri della pagina Facebook “Catania”, gestita da Davide e Luca D’Amico e Chiara Barbagallo, e dal presidente del consorzio “Via Etnea Centro Commerciale Naturale”, Domenico Ferraguto.

Da dove nasce l’idea di questo evento?

Rientra in una serie di piccole iniziative che abbiamo promosso in questi anni in favore della nostra città – ci dicono i curatori della pagina Facebook, che conta oltre 75.000 fan da tutto il mondo –; abbiamo ripulito per diversi mesi un tratto di Piazza Nettuno che ritornava puntualmente sporco il giorno dopo a causa dei venditori abusivi; abbiamo acquistato 35 alberi di mandorlo amaro che al più presto doneremo alla città per abbellire le rotatorie spoglie lungo le strade comunali; abbiamo acquistato la targhetta per segnalare la fontanella non potabile all’interno del giardino Bellini; abbiamo collaborato la scorsa estate alla realizzazione dell’evento “TrezzArte” ad Acitrezza con l’associazione CSA; siamo quasi riusciti nel miracolo di ridare una mano alla Fontana dell’Amenano, l’iter è in corso. Attualmente stiamo collaborando insieme ai ragazzi del forum Skyscrapercity Catania con il Comune per alcuni suggerimenti sulla viabilità e non solo”.

Cosa prevede, in particolare, l’evento di martedì?

L’appuntamento è per le ore 10 in via Nicola Spedalieri (accanto la Rinascente). Si interverrà, armati di raschietto ed olio di gomito, per ripulire il centro storico dai manifesti abusivi che umiliano la bellezza del nostro patrimonio architettonico. Le vie interessate dagli interventi saranno: Viale Regina Margherita, Via Etnea, Via Antonino Di Sangiuliano, Corso Sicilia, Via Gambino, Via Landolina, Piazza Vincenzo Bellini e Via Teatro Massimo”.

Parafrasando un vecchio (e infelice) slogan – ha scritto alcuni giorni fa il presidente Ferraguto sulla pagina dell’evento – nasce questa iniziativa “liquida” che confidiamo possa attivare un segnale di profondo cambiamento culturale verso il rispetto dei luoghi della nostra cultura”.

Affascinante, oltre al contenuto ed alle finalità dell’iniziativa, anche il modo in cui si sta curando l’organizzazione: “Niente catene di sms o di e-mail, né manifesti, né annunci pubblici – ci dicono –, solo attraverso i nostri canali di Facebook e RDS Radio Studio Centrale”.

Insomma, un’ulteriore testimonianza di come i social network possano essere un incentivo alla partecipazione attiva della cittadinanza; partecipazione che, in questo caso, è dettata dall’amore incondizionato verso la propria città e dalla voglia di risveglio dal degrado urbano. E ciò è testimoniato anche da altre due iniziative simili che si terranno nello stesso periodo: la pulizia del Boschetto della Plaia ad opera del GAR (Gruppo Azione Risveglio) sabato 26 e quella organizzata da EtnaWalk, RadioLab, EtnaSci, CTzen e Soccorso Alpino tra i sentieri di Zafferana il 10 Giugno. “Iniziative del genere non hanno lo scopo di sostituirsi ai pulizieri di questo o di quell’ente […] L’intento principale è quello di sensibilizzare la popolazione al rispetto del territorio. L’invito è rivolto all’intera cittadinanza”.

Una linea Amt gratuita fino all'Epifania Ma tante altre cose potrebbero essere migliorate

Nella cintura etnea, negli ultimi anni sono sorti nuovi centri commerciali, un dato di fatto che ha portato ad alcune conseguenze per il centro storico della città di Catania che, certamente anche a causa della grave crisi economica internazionale ma anche e soprattutto a causa del proliferare dei centri commerciali, ha subìto un grave colpo.

Per questo motivo, ogni anno il Comune di Catania lancia delle iniziative per far ritornare i cittadini nel centro storico, ma anche per dare un tocco di magia natalizia ad uso e consumo dei non pochi turisti che durante l’inverno visitano la città etnea.

La proposta è quella di far lasciare le auto private fuori dal centro cittadino e spostarsi tra i negozi utilizzando il trasporto pubblico.

A questo scopo il sindaco Raffaele Stancanelli ha comunicato che da lunedì 12 Dicembre 2011 al 6 Gennaio 2012 la linea 830 (Villaggio Sant’Agata – Centro Storico – Picanello – Piazzale Sanzio) dell’Azienda Municipale Trasporti sarà gratuita per i cittadini, mentre le altre linee restano regolarmente a pagamento.

Negli anni passati erano state le linee circolari 2-5 (Piazza Borsellino – Piazzale Sanzio), 4-7 (Stazione Centrale – Cibali) e la ex 3-6 (Piazza Europa – Piazza Palestro) ad avere goduto della gratuità: quest’anno si è scelta la sola linea 830 che attraversa la città da Sud-Ovest a Nord-Est.

La linea 830 gode quest’anno anche di una piccola variazione: dal villaggio Sant’Agata-Librino e fino a Picanello, attraversando il centro cittadino, dovrebbe servire in maniera molto migliore anche gli esercizi commerciali e i mercati storici. In pratica la linea 830 ritorna a passare da Piazza Duomo passando per Via Garibaldi e Via Vittorio Emanuele, in più arriverà anche alla Stazione Centrale.

Secondo il sindaco di Catania si tratta di: «Un fatto concreto perchè veniamo incontro alle esigenze dei commercianti e dei cittadini che potranno recarsi gratuitamente del nostro staordinario centro storico liberato della auto. Con questa nuova oppurtunità di una linea aggiuntiva del trasporto pubblico gratuita, rivolgiamo un altro invito alla cittadinanza a lasciare l’automobile a casa per recarsi in centro in tutta traquillità».

Ecco il nuovo percorso della linea 830 (Villaggio Sant’Agata – Centro Storico – Picanello) in versione natalizia:

Andata: Villaggio S. Agata (Piazza sita in zona A), Stradale S. Teodoro, Via G. da Verrazzano, strade prospicienti le zone A-B, B-D, C-D, Viale Nitta, Via G. da Verrazzano, direttrice principale rione Zia Lisa II (fino alla 1ª piazza di forma romboidale e ritorno), Via G. da Verrazzano, Via M. del Divino Amore, Via Acquicella, Piazza Palestro, Via Garibaldi, Piazza Mazzini, Via Garibaldi, Piazza Duomo, Via Vittorio Emanuele, Via Porticello, Piazza Borsellino, Via Dusmet, Piazza dei Martiri, Via VI Aprile, Stazione Centrale, Via Marchese di Casalotto, Via A. de Curtis, Via G. di Prima, Via G. Puccini, Corso Sicilia, Piazza Stesicoro, Via Etnea, Via Umberto, Piazza Iolanda, Viale Libertà, Viale V. Veneto, Via G. D’Annunzio, Via G. Leopardi, Piazza S. Maria della Guardia, Via Duca degli Abruzzi, Viale V. Veneto, Via Patanè Romeo, Via G. Vagliasindi, Piazza M. Buonarroti, Viale R. Sanzio, Piazzale Sanzio.

Ritorno: Piazzale Sanzio, Piazza M. Buonarroti, Viale V. Veneto, Via Duca degli Abruzzi, Viale Marco Polo, Via Pidatella, Via Macaluso, Via Regina Bianca, Via Principe Nicola, Via Duca degli Abruzzi, Piazza S. Maria della Guardia, Via Vecchia Ognina, Via Asiago, Piazza Europa, Corso Italia, Piazza G. Verga, Viale XX Settembre, Piazza Trento, Viale XX Settembre, Via Etnea, Piazza Stesicoro, Corso Sicilia, Piazza della Repubblica, Corso Martiri della Libertà, Piazza Giovanni XXIII, Via VI Aprile, Piazza dei Martiri, Via V. Emanuele, Piazza Duomo, Via Garibaldi, Via San Martino, Via V. Emanuele, Piazza Risorgimento, Via Aurora, Via Giusti, Via Missori, Piazza Palestro, Via Acquicella, Via G. da Verrazzano, Viale Nitta, strade prospicienti le zone C-D, B-D, A-D, Via G. da Verrazzano, Stradale S. Teodoro, Villaggio S. Agata (piazza sita in zona A).

E’ stata inoltre ripristinata la circolare 801 anche la domenica e nei giorni festivi dopo che alcuni anni fa l’Azienda Municipale Trasporti, per tagliare i costi, aveva deciso che alcune linee dovessero essere operative solo nei giorni feriali. Così, a partire dall’ 11 Dicembre 2011, la linea 801 (Villaggio Sant’Agata – San Giorgio – Monte Po – Ospedale Nuovo Garibaldi) è in funzione anche la domenica e nei giorni festivi.

Ecco il percorso della circolare 801 :

Percorso: Vill. Sant’Agata ( P.zza Sita in Zona A ) a destra per Stradale S. Teodoro – V.le Amm. Colonna – V.le Grimaldi – Strade interne del Viale Grimaldi per i numeri civici 18 e 19 – Viale Grimaldi a destra fino al sottopassaggio dell’asse attrezzato – (manovra di volta) – Viali G. da Verrazzano/Grimaldi – V.le Amm. Colonna Grimaldi – V.le B. Pecorino/Grimaldi – V.le B.Pecorino/S.Teodoro – S.le Cardinale prolungamento fino all’ultimo varco (spiazzo di manovra) – S.le Cardinale – Via dei Calici – Via del Biancospino – Via dell’Aratro – Via dell’Azalea – S.le Cravone – Via S. Salomone Marino – Via G. Pitrè – Via S. Raccuglia – Via L. Vigo – P.zza Mercato – Via Palermo – Via Carmelo Rosano – S.le San Giorgio – S.le Cardinale prolungamento fino all’ultimo varco (spiazzo di manovra) – S.le Cardinale – V.le S.Teodoro/B.Pecorino – V.le Grimaldi/B.Pecorino – V.le Grimaldi – Strade interne del V.le Grimaldi per i numeri 18 e 19 – V.le Grimaldi – S.le S. Teodoro – Vill. Sant’Agata ( P.zza Sita in Zona A ).

Ecco le linee che rimangono non attive la domenica e nei giorni festivi:

Circolare 101 (Ognina – San Giovanni Galermo), Circolare 1-4 (Stazione Centrale – Piazza Aldo Moro), Circolare 241 (Piazzale Sanzio – Picanello – Ognina), Circolare 439 (Stazione Centrale – Zona Industriale), Circolare 503 (San Cristoforo – Antico Corso – Civita), Circolare 524 (Piazza Borsellino – Santa Maria Goretti), Circolare 635 (Monte Po – Centro Storico), Circolare 701 (Frazione San Giovanni Galermo), Circolare 722 (Piazza Borsa – Villaggio Dusmet), Circolare 740 (Piazza Borsa – Leucatia – Barriera), Circolare 802 (Villaggio Sant’Agata – Librino).

Come si può vedere ci sono grandi zone della città che la domenica restano senza servizio pubblico: delle due l’una, se il Sindaco Stancanelli ci chiede di lasciare nei garage le auto private, l’Azienda Municipale di Trasporto dovrebbe creare un nuovo piano di linee domenicali che comprendano più zone. Lo fanno già a Roma ed in altre città d’italia dove alcune linee nei giorni festivi vengono ottimizzate, ma non certo soppresse, per contenere le spese.

E’ già un buon segno che la linea 830 sia gratuita nel periodo natalizio, ma come si è ripristinata la circolare 801, sarebbe stato opportuno ripristinare anche la circolare 241 visto che c’è l’intero quartiere di Picanello privo di servizio di trasporto pubblico urbano. Chi abita nei pressi, per esempio, di Via Villa Glori a causa della mancanza della circolare 241 e 722 deve fare chilometri a piedi, fino a Piazza Mancini Battaglia per prendere le linee 534, 448 e 935.

Proposta circolare 141 “Piazza Cavour – Picanello – Ognina”

Un nostro lettore, Mario Milano, il 23 Gennaio 2010 ci aveva scritto una lettera di proposta all’Azienda Municipale di Trasporto per migliorare la circolare 241 che potrebbe espandersi per dare un servizio migliore ai propri cittadini.

Nei prossimi anni sarà possibile prendere la metropolitana in Via Timoleone con la fermata “Picanello”, scendere alla Stazione Centrale, prendere la linea “Stazione – Borgo” ed arrivare a Piazza Cavour. Fino a tale data, con l’eliminazione della circolare 401 del 2009, questo tratto non è piu’ coperto. Prima del 1996 la circolare “241″ si chiamava “41″ era l’unico autobus con capolinea vicino l’Elefante di Piazza Duomo, percorreva Via Etnea, girava per Via Ingegnere, arrivava in Viale Raffaelo Sanzio per percorrere il quartiere di Picanello di oggi. In passato per la precisazione non passava per Via Faraci ma per Via Caduti del Lavoro. Sarebbe utile il prolungamento della circolare 241  con capolinea in Via Caruso o Piazza Cavour con la nuova denominazione “141 Piazza Cavour – Picanello – Ognina”. Si potrebbe eliminare anche la circolare 1-4 ed aumentare le vetture per la linea 429. Con l’eliminazione della circolare F Ovest (Piazzale Sanzio – Cimitero), 401 (Stazione Centrale – Piazzale Sanzio – Piazza Cavour), 201 (Piazzale Sanzio – Gravina di Catania) non si può arrivare in Via Etnea “Zona Alta” solo con la linea 258 “Piazzale Sanzio – Sant’Agati Li Battiati” con lunghe attese.

Ecco il percorso consigliato della nuova circolare 141: Piazza Cavour, Via Etnea, Via Ingegnere, Via Caronda, Via Rosso di San Secondo, Via Torino, Viale Raffaelo Sanzio, Viale Vittorio Veneto, Via Leoncavallo, Via Pidatella, Via Faraci, Via E. Marotta, Via Galatioto, Via Villa Glori, Viale Ulisse, Via Messina, Via Acicastello, Via A. Caruso, Via Battello, Via Messina, Viale Ulisse, Piazza Mancini Battaglia, Viale A. Alagona, Via Del Rotolo, Viale Alcide De Gasperi, Via Borgetti, Via Messina, Via Policastro, Via Savasta, Via Spoto, Via Duca degli Abruzzi, Viale Vittorio Veneto, Via Patanè Romeo, Via G. Vagliasindi, Viale Raffaelo Sanzio, Via Torino, Via G. Castorina, Via Gozzano, Via Pensavalle, Via Torino, Via Fusco, Via Ingegnere, Via Etnea, Piazza Cavour. Consiglio il capolinea in Via Caruso.

Proposta di utilizzare il parcheggio scambiatore di Nesima

Vicino la rotonda di Nesima sulla circonvallazione di Catania esiste un parcheggio inutilizzato che potrebbe essere utile sia per chi usa l’auto e vuole spostarsi con tranquillità con la Circumetnea o con l’autobus. Presto arriverà anche la Metropolitana, i lavori già sono iniziati. Sarebbe utile unire tutti i capolinea di quella zona, creare un nodo di scambio con altre linee come succede a Piazza Borsellino, Piazzale Sanzio e Stazione Centrale. Peccato che l’idea del 1996 dell’Azienda Municipale Trasporti nel tempo ha perso vigore, ma lo scambio di tante linee in un capolinea è molto utile e funziona già in molte città d’Italia.

Ecco le proposte di variazione di alcune linee dell’autobus per sfruttare il parcheggio scambiatore di Nesima (un’altra oppurtunità per lasciare libero il centro storico delle auto) che ci sono arrivate in redazione il 6 Giugno 2011:

Proposta circolare 621: Parcheggio Nesima – Piazza Stesicoro

Percorso: Parcheggio Nesima – Via Carmelo Florio – Viale L. Bolano – Via F. Eredia – Strada di collegamento per la Piscina, Palasport, manovra di volta, Via F. Eredia, V.le F. Fontana, V.le L. Bolano – Via N. Dato – Via P. Orsi – Via F. Durante – Via S. Pio X – – Via A. Pacinotti – V.le M. Rapisardi – P.zza S.M. di Gesù – V.le R. Margherita – P.zza Roma – V.le XX Settembre – P.zza Trento – V.le XX Settembre – P.zza G. Verga – Via Mons. Ventimiglia – P.zza Della Repubblica – C.so Sicilia – Piazza Stesicoro (passando vicino il capolinea di Piazza Borsa così si crea un altro scambio per gli utenti) – C.so Sicilia – C.so Martiri della Libertà – Via F. Crispi – P.zza G. Verga – V.le XX Settembre – P.zza Trento – V.le XX Settembre – V.le R. Margherita – P.zza S. M. Di Gesù – V.le M. Rapisardi – P.zza Eroi D’Ungheria – V.le M. Rapisardi – Via A. Pacinotti – Via San Pio X – Via F. Miceli – Via Carmelo Florio – Parcheggio Nesima. Se si volesse inserire un altro capolinea, trasformando così il servizio in “linea” anziché “circolare”, il secondo capolinea potrebbe essere posto in Piazza Della Repubblica.

Proposta circolare 628 N: Circolare Esterna Destra

Percorso: Parcheggio Nesima – Via Carmelo Florio – Rotonda – V.le L. Bolano – V.le A. Usodimare – V.le F.lli Vivaldi – V.le A. Doria – V.le O. Da Pordenone – V.le M. Polo – Via Duca Degli Abruzzi – V.le Vitt. Veneto – Via P. Romeo – Via G. Vagliasindi – Via O. Scammacca – Via G. D’annunzio – V.le Vitt. Veneto – V.le Libertà – Stazione C.le – C.so Martiri della Libertà – C.so Sicilia – Via Etnea – Via A. di Sangiuliano – Via Mons. Ventimiglia – Via Vitt. Emanuele* – P.zza Risorgimento – C.so Indipendenza – Via Nerv. della Battaglia – C.so IV Novembre – Via della Bainsizza – C.so Indipendenza – P.zza E. D’ungheria – V.le M. Rapisardi – Via A. Pacinotti – Via L. Nobili – Via P. A. Secchi – V.le F. Fontana – Viale L. Bolano – Rotonda – Via Carmelo Florio – Parcheggio Nesima.
*variazioni di percorso a causa del problema di Via Vittorio Emanuele vicino Via San Martino rimane quella attuale.

Proposta circolare 628 R: Circolare Esterna Sinistra

Percorso: Parcheggio Nesima – Via Carmelo Florio – Rotonda – Via F. Miceli – Via San Pio X – Via A. Pacinotti – V.le M. Rapisardi – C.so Indipendenza – Via Bainsizza – C.so Quattro Novembre – Via N. Della Battaglia – C.so Indipendenza – Via Giuseppe Di Gregorio – Via Giuseppe Sessa – V.le Cristoforo Fioravante – C.so Indipendenza – P.zza Risorgimento – Via Aurora – Via Palermo – P.zza Palestro* – Via Garibaldi – Via della Lettera – Via Vitt. Emanuele – Via Mons. Ventimiglia – Via A. di Sangiuliano – Via Etnea – P.zza Stesicoro – C.so Sicilia – P.zza della Repubblica C.so Martiri della Libertà – Stazione C.le – V.le Libertà – V.le Vitt. Veneto – P.zza Cuore Di Maria – Via Duca Degli Abruzzi – V.le M. Polo – V.le O. da Pordenone – Via B. Grassi – Via Vitt. E. da Bormida – Via C. Nava – Via A. Musco – Via G. Grasso – Via B. Grassi – P.zza Gioeni – V.le A. Doria – V.le F.lli Vivaldi – V.le A. Usodimare – V.le L. Bolano – Via Carmelo Florio – Parcheggio Nesima.

Proposta linea 632: Parcheggio Nesima – Monte Po – Piazza della Repubblica

Andata: Parcheggio Nesima – Via Carmelo Florio – Rotonda – V.le L. Bolano – V.le F. Fontana – Nuova Rotonda costeggiare a destra per immettersi sotto il ponte per l’ingresso di Monte Po – P.zza Mercato – Via L. Vigo – Via S. Raccuglia – Via G. Pitrè – Via S.Salomone Marino – Monte Po – Via S. Salomone Marino – Via G. Pitrè – Via S. Raccuglia – Via L. Vigo – P.zza Mercato – Via Palermo – V.le F. Fontana – Via Padre A. Secchi – Via L. Nobili – Via A. Pacinotti – Via A. Pacinotti – V.le M .Rapisardi – C.so Indipendenza – Via Giuseppe Di Gregorio – Via Giuseppe Sessa – V.le Cristoforo Fioravante – C.so Indipendenza – P.zza Risorgimento – Via Aurora – Via Palermo – P.zza Palestro – Via Acquicella – Via della Concordia – Via Adamo – Via Acquicella Porto – Faro Biscari – Via Domenico Tempio – Via Cristoforo Colombo – Via Mulino Santa Lucia – Via Porticello – Via Vittorio Emanuele – Via Ventimiglia – Via San Giuliano – Via Etnea – Piazza Stesicoro – Corso Sicilia – Piazza Della Repubblica.

Ritorno: Piazza Della Repubblica – Corso Sicilia – Piazza Stesicoro – Via Etnea – Via San Giuliano – Via Ventimiglia – Via Vittorio Emanuele – Via Porticello – Piazza Borsellino – Via Alcalà – Via Cristoforo Colombo – Via Domenico Tempio – Faro Biscari – Via Acquicella Porto – Via Adamo – Via della Concordia – Via Acquicella – Piazza Palestro – Via Palermo – Via Aurora – P.zza Risorgimento – C.so Indipendenza – P.zza Eroi D’Ungheria – V.le M. Rapisardi – Via A. Pacinotti – Via San Pio X – Via F. Miceli – Rotonda – Via Carmelo Florio – Parcheggio Nesima.

Proposta circolare 635: Parcheggio Nesima – Via Palermo – Piazza Mazzini

Percorso: Parcheggio Nesima – Via Carmelo Florio – Via L. Bolano – V.le F. Fontana – Nuova Rotonda costeggiare a destra per immettersi sotto il ponte per l’ingresso di Monte Po – P.zza Mercato – Via Vigo – Via S. Raccuglia – Via G. Pitrè – Via S. Salomone Marino – Monte Po – Via S. Salomone Marino – Via G. Pitrè – Via S. Raccuglia – Via Vigo – P.zza Mercato – Via Palermo – P.zza Marconi – Via Palermo – P.zza Palestro – Via Garibaldi – Piazza Mazzini – Via Della Lettera – Via Vittorio Emanuele – Piazza Risorgimento – Via Aurora – Via Palermo – P.zza Marconi – Via Palermo – V.le F. Fontana – Via L. Bolano – Rotonda – Via Carmelo Florio – Parcheggio Nesima.

Proposta circolare 642: Parcheggio Nesima – Cimitero (Via Acquicella)

Percorso: Parcheggio Nesima – Via Carmelo Florio – V.le L. Bolano – V.le F. Fontana – Via G. Mercurio – Via F. Eredia (Strada di collegamento per la Piscina – Palasport – manovra di volta – Via F. Eredia – V.le F. Fontana – (manovra di volta) – V.le F. Fontana – Via L. Bolano – Via N. Dato – Via P. Orsi – Via F. Durante – Via S. Pio X Via A. Pacinotti – V.le M. Rapisardi – Via A. Diaz – Via F. Paradiso – Via G. Ballo – Via V. Scannapieco – Via Cibele – Via V. Casagrandi – Via Sab. Mart. Castaldi – V.le M. Rapisardi – Via Amm. Caracciolo – Via Montenero – V.le Medaglie D’Oro – P.zza Risorgimento – Via Aurora – Via Palermo – P.zza Palestro – Via Acquicella – (Cimitero) – Via Acquicella – P.zza Palestro – Via Garibaldi – Piazza Mazzini – Via della Lettera – Via Vitt. Emanuele – P.zza Risorgimento – V.le Medaglie D’Oro – Via Saffi – Via Amm. Caracciolo – V.le M. Rapisardi – Via Sab. Mart. Castaldi – Via V. Casagrandi – Via A. Merlino – Via G. Ballo – Via F. Paradiso – Via A. Diaz – V.le M. Rapisardi – Via E. Barsanti – Via A. Volta – Via A. Pacinotti – Via San Pio X – Via F. Miceli – Via Carmelo Florio – Parcheggio Nesima.

Nuovo piano di viabilità per il centro storico

Il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli, con gli assessori alla viabilità Alberto Pasqua, alla Polizia Municipale Massimo Pesce e i tecnici comunali, illustrerà martedì 30 agosto il nuovo sistema della mobilità nel centro storico cittadino.

Il piano, che scatterà sabato 3 settembre, prevede un nuovo sistema viario con sensi unici nella zona di via Dusmet e via Vittorio Emanuele e delle relative vie limitrofe, con un incremento dei percorsi riservati alle linee di autobus urbani che verranno aumentate, l’eliminazione delle intersezioni nelle direttrici del traffico veicolare e il conseguente ampliamento delle aree pedonali, con particolare riferimento a piazza Duomo, unica area che sarà completamente interdetta al traffico privato.

“E’ un piano curato in ogni dettaglio – ha detto il sindaco Stancanelli dopo avere rivisto gli ultimi elaborati – che punta a valorizzare il nostro meraviglioso centro cittadino riportando quanti più cittadini a frequentare le attività commerciali di via Garibaldi, via Vittorio Emanuele e soprattutto del mercato storico della pescheria. Più autobus e limitazioni al traffico -ha aggiunto il primo cittadino- significa meno inquinamento e più spazio per cittadini e turisti di potere apprezzare le bellezza della nostra città. E’ una scommessa che si fa anche forte del nostro orgoglio di catanesi – ha concluso Stancanelli- perchè collaborare a questa impostazione, analoga a quella di tante altre realtà italiane, significa contribuire a fare crescere e sviluppare la nostra città”.

Caltagirone ripropone l'isola pedonale estiva

A partire da venerdì 2 luglio e per tutti i week–end di luglio e agosto, dalle 21 all’una di notte, a Caltagirone, su iniziativa dell’Amministrazione comunale, sarà riproposta – dopo il bilancio ritenuto “ampiamente positivo” dell’analoga iniziativa degli anni precedenti – la chiusura al traffico del centro storico limitatamente alle piazze Umberto e Municipio e alle vie che le collegano (vie Duomo, Taranto e Principe Amedeo), con la realizzazione di un’isola pedonale. Deroghe saranno consentite ai residenti, che dovranno munirsi di “pass”, o rinnovare il precedente, rivolgendosi agli agenti della polizia municipale del presidio centro storico, a piano terra del Palazzo municipale.

La presenza degli agenti della polizia municipale garantirà il rispetto della relativa ordinanza, firmata dal sindaco. I pubblici esercizi potranno rimanere aperti sino alle 3, mentre la musica, ove autorizzata (alcuni locali si sono già organizzati in questo senso), dovrà cessare a mezzanotte.