Ritorna la linea 201 dell'AMT da Catania a Gravina con un nuovo percorso

Dal lunedì 3 Settembre 2012 ritorna la circolare 201 “Piazzale Sanzio – Gravina di Catania” dell’AMT di Catania con un nuovo percorso. In pratica la circolare 201 arriva da Gravina di Catania fino alla Villa Bellini per poi svoltare per Via Umberto per fare capolinea a Piazzale Sanzio. Negli anni passati invece la linea 201 utilizzava Via Ingegnere per arrivare a Piazzale Sanzio. La convenzione AMT con il comune di Gravina di Catania è ritornata dopo alcuni anni di sospensione. Approfondisci

La linea 258 dell'AMT di Catania non arriva più a Sant'Agata Li Battiati

Dal giorno 8 Luglio 2012 la linea 258 “Piazzale Sanzio – Sant’Agata Li Battiati” dell’AMT di Catania non effettuerà più il transito nel territorio del Comune di Sant’Agata Li Battiati, a causa del mancato rinnovo della convenzione da parte del comune, come è già successo negli anni passati con Gravina di Catania (linee 201 e 259) e San Gregorio di Catania (linee 244).

La linea 258 cambia denominazione e diventa “Circolare 258 Piazzale Sanzio – Barriera” ed effettuerà il seguente percorso:

Piazzale Sanzio, Via O. Scammacca, Viale R. Sanzio, Piazza A. Lincoln, Via Torino, Via F. Fusco, Via Ingegnere, Via Etnea, Piazza Gioeni, Via del Bosco, Largo Barriera, Via Due Obelischi, Via Passo Gravina, Via Petraro, Piazza Gioeni, Via Etnea, Via Ingegnere, Via F. Fusco, Via L. Pirandello, Via V. Giuffrida, Viale R. Sanzio, Piazza M. Buonarroti, Viale R. Sanzio, Piazzale Sanzio.

Il Comune di Sant’Agata Li Battiati non esclude un prossimo accordo con l’AMT  per ripristinare linea 258 durante l’anno ma solo per alcuni mesi.

Azienda Metropolitana Trasporti quindi continua a perdere le convenzioni con comuni più vicini della città di Catania. Solo dieci anni fa si mettevano in pratica accordi per portare la linee urbane di Catania anche nei comuni di Misterbianco (circolare 635), Tremestieri Etneo (linea 258) e Mascalucia (linea 201). Invece di potenziare questi servizi, incentivandone l’utilizzo a scapito delle auto private che continuano a intasare tutte le vie d’accesso alla città, si continuano a perdere pezzi.