Viva la bici! Pedalate organizzate a Catania

Una serie di iniziative per vivere la nuova mobilità, una base per acquisire abitudini  di maggior rispetto dell’ambiente e dell’aria che respiriamo, riprendendosi il piacere di apprezzare da vicino la propria città.

Questo il contenuto del piano  presentato dal sindaco Raffaele Stancanelli e dell’assessore alla mobilità Santi Cascone con l’iniziativa “Catania Sì Mobilita” alla presenza di numerose espressioni degli ordini professionali, di associazioni ambientaliste, degli amanti delle due ruote e dei tecnici comunali e dell’università impegnati nei progetti di mobilità sostenibile.

“Si tratta – ha detto il sindaco – di una serie di percorsi cittadini, che insieme alle altre iniziative già realizzate, come l’ampia pedonalizzazione del centro, portano a un diverso modo di vivere la nostra città che grazie a questo impegno ha lasciato il fanalino di coda visto che per trenta anni in questo campo si è fatto poco o nulla”.

All’incontro hanno anche partecipato anche il direttore dell’Ufficio del traffico urbano Salvatore Nicotra, l’esperto del sindaco per la mobilità Giacomo Guglielmo, il consigliere comunale Alessandro Messina, i rappresentanti degli ordini professionali, tra cui l’ordine degli architetti, ingegneri, agronomi, del collegio dei geometri e dei mobility manager aziendali tra cui l’Università di catania, e gli esponenti delle associazioni di ciclistiche amatoriali e turistiche: Catania in bici, coordinamento ciclisti Catania, Bradipi on bike, Salvaciclisti, , Etna free Bike, Fiab Monta in bike, le organizzazioni ambientaliste tra cui il WWF e Fai di Catania e Etna e dintorni, i responsabili del progetto “Scuola in bici”.

“A partire da domenica 11 novembre –  ha detto l’assessore Cascone – proporremo una serie di passeggiate in bicicletta ma anche pedonali. Sette iniziative, organizzate insieme alle stesse associazioni ciclistiche sul territorio,per incrementare un percorso evolutivo di crescita e sviluppo all’interno della città”.                                                                

“L’Amministrazione – ha detto Stancanelli – punta ad ampliare in un unicum armonico le iniziative come la pedonalizzazione, il miglioramento del servizio pubblico, il Brt la linea che si collega ai parcheggi scambiatori. Questo strumento di programmazione con una visione unitaria degli interventi è il Piano generale del Traffico appena varato dalla Giunta nonostante la legge lo prevedesse dal 1992, tra poco al vaglio del Consiglio comunale. A questo primo strumento si affiancherà il Piano Urbano della Mobilità perchè finalmente Catania abbia gli strumenti per mettere ordine nel settore della mobilità in cui sia centrale il pedone”.

Le passeggiate in bici e a  piedi si estenderanno in diversi quartieri e non soltanto nel centro storico e saranno anche l’occasione per riscoprire scorci della città magari visti sempre dai finestrini delle auto. Il primo appuntamento “ In Bici con le scuole” è per domenica 11 novembre a partire dalle ore 9.30 da piazza Montessori. L’iniiziativa è promossa da Wwf Catania, “ Etna e dintorni” Fiab – montainbike,.”Catania in bici”, coordinamento ciclisti Catania, “Bradipi on Bike”.  

Di seguito il calendario degli appuntamenti.

Domenica 18 novembre – ore 9.00 – Parco Vulcania – Piazza Aldo Moro

“Biciclando tra i parchi”

Organizzato da: A.s.d. Etna Free Bike Mountain Bike Club.

 

Venerdì 23 novembre 2012 – ore 20,30 – Piazza San Placido

“Passeggiata a piedi per la Civita, il quartiere dei principi e dei pescatori”

Un quartiere antico quasi quanto la stessa città, caratterizzato dall’ospitare i palazzi nobiliari

più prestigiosi e le semplici abitazioni di coloro che esercitavano le attività legate al mare, oggi

purtroppo in regresso: i marinai ed i pescatori.

Colpito duramente durante la guerra per la sua vicinanza al porto ed alla stazione, conserva

tuttavia non meno di 28 emergenze da osservare e raccontare.

Lunghezza del percorso: m 1.600

Organizzato da: SiciliAntica – Sede di Catania

 

Domenica 25 novembre – ore 9.30 – Piazza Duomo

“I parchi cittadini”

Organizzato da: WWF sezione Catania, A.s.a. “Etna e dintorni”, FIAB-mountainbike Catania,

A.s.d. “Catania in bici”, coordinamento ciclisti Catania, A.s.d. “Bradipi on bike.

 

Domenica 2 dicembre – ore 9.00 – Piazza Giovanni Verga

“Urbanistica in bici: il waterfront di Catania”

Organizzato da: A.s.d. Etna Free Bike Mountain Bike Club.

 

Venerdì 14 dicembre 2012 – ore 20,30 – Piazza Duomo, davanti all’elefante

“Passeggiata a piedi per chiesine, chiesuole e chiesette”

Una passeggiata nel centro storico della città alla ricerca di piccole chiese sconosciute,

seminascoste, abbandonate, altrimenti riutilizzate, che ci ricordano del fervore religioso dei

secoli passati.

Lunghezza del percorso: m 3.000

Organizzato da: F.A.I. – Delegazione di Catania.

 

Domenica 16 dicembre – ore 9.30 – Piazza Stesicoro

“Pedalata di Natale”

Organizzato da: WWF sezione Catania, A.s.a. “Etna e dintorni”, FIAB-mountainbike Catania,

A.s.d. “Catania in bici”, coordinamento ciclisti Catania, A.s.d. “Bradipi on bike

Un piano per la "ciclabilità" di Catania

Sarà discussa a Catania la redazione di un “Piano Quadro della ciclabilità” promosso dagli Ordini provinciali degli Architetti e degli Ingegneri, in linea con la filosofia del gruppo cittadino di Critical Mass (Cmc), il movimento europeo che riunisce “il popolo delle biciclette”.

Sarà questo l’argomento della conferenza stampa che si terrà venerdì 21 settembre, alle 10.30, nella sede dell’Ordine degli Ingegneri (via V. Giuffrida 202), in cui interverranno il presidente degli Architetti Luigi Longhitano, e quello degli Ingegneri Carmelo Maria Grasso.

All’incontro sono stati invitati il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli, l’assessore comunale alla Mobilità e Viabilità Santi Maria Cascone, il presidente della Provincia regionale di Catania Giuseppe Castiglione,  l’assessore provinciale ai Lavori Pubblici, Viabilità, Mobilità e Trasporti Francesco Nicodemo, e i rappresenti del Cmc.

L’iniziativa, che si svolge in concomitanza con la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2012, intende promuovere la diffusione e la valorizzazione dell’uso della bicicletta nel capoluogo etneo, ripensandolo all’interno di un più ampio piano strategico del sistema dei trasporti in città. «La bicicletta infatti – affermano Grasso e Longhitano – non solo è un mezzo ottimale nei percorsi di breve percorrenza, ma favorisce una generale riqualificazione delle arterie stradali in funzione degli utenti deboli della strada, la diminuzione dell’inquinamento acustico e atmosferico, la riduzione degli incidenti e la riscoperta della funzione sociale della strada».

«Il Piano Quadro di cui intendiamo proporre la redazione – aggiungono i presidenti – nasce dall’obiettivo di programmare piste e itinerari ciclabili che migliorino la circolazione in città, individuando anche zone urbane favorevoli. Inoltre verrà promosso il tema dei parcheggi delle biciclette, con particolare riferimento all’area del centro storico e della zona mare, approfondendo anche l’aspetto della riorganizzazione della sosta in rastrelliere diffuse sul territorio».

Biciclette elettriche per i vigili urbani catanesi

“Una Catania dal volto nuovo con zone centrali a traffico limitato, corsie delimitate e dedicate ai bus e da oggi promotrice di una mobilità sostenibile”. Così il sindaco Raffale Stancanelli che davanti al palazzo municipale ha consegnato quattro bici a pedalata assistita ad altrettanti vigili urbani. Alla consegna erano anche presenti l’assessore alla Polizia Urbana Massimo Pesce, e l’esperto del sindaco per la mobilità, Giacomo Guglielmo. Le bici consegnate a cui ne seguiranno altre 20, fanno parte di un progetto sulla mobilità sotenibile presentato dal comune di Catania al ministero per l’Ambiente che lo ha approvato e finanziato.

“L’uso delle due ruote – ha continuato il sindaco- sono parte della strategia generale sulla Mobilità sostenibile che l’Amministrazione comunale persegue, esempio ne sono l’ampliamento della Ztl, le aree pedonali e le corsie protette per i bus. Strategia che mi auguro cambi anche le abitudini dei catanesi convincendoli all’uso di un mezzo che non inquina e mantiene in forma ”.

Tutti questi provvedimenti di autentico cambiamento della mobilità nel centro storico saranno inseriti nel rapporto annuale stilato da Legambiente che finora aveva dato alla nostra città stime non particolarmente favorevoli proprio a causa dell’assenza di tali misure. “E’ un’iniziativa a costo zero per il Comune – ha detto l’assessore Pesce- che ottimizza e rende più fluido il movimento dei vigili all’interno del centro storico pedonalizzato”.

I vigili in bici,che circoleranno all’interno dell’ area pedonale e della Ztl saranno di palmari di ultima generazione che, in tempo reale, permetteranno per il rilievo delle infrazioni e delle irregolarità con la stampa immediata della contravvenzione e la trasmissione alla centrale operativa.

Bike sharing, prima sperimentazione nelle scuole catanesi

Con la consegna della prima stazione di distribuzione di biciclette destinate agli alunni delle scuole superiori cittadine è stato avviato nell’istituto superiore a indirizzo industriale “Guglielmo Marconi”, una delle scuole che hanno aderito, il progetto “Scuola in bici”.

A tenere a battesimo l’iniziativa, finanziata dal Ministero dell’Ambiente ed attuata dal Comune di Catania in sinergia con la Provincia Regionale  e l’Ufficio scolastico Provinciale, sono stati  il sindaco Raffaele Stancanelli, l’assessore alla Mobilità Scalia, l’assessore all’Ambiente Mignemi, il dirigente provinciale  scolastico Raffaele Zanoli, il dirigente scolastico dell’ITI “Marconi” Orazio Lombardo  e il coordinatore Area Ambiente Valerio Ferlito e l’esperto del sindaco per la mobilità Giacomo Guglielmo.

L’iniziativa sviluppa il tema della promozione della mobilità ciclistica e mira  ad incentivare l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto tra casa e scuola e per gli spostamenti sulle piccole  medie distanze nell’ambito cittadino e nasce da uno studio che ha individuato negli allievi e nel personale  delle scuole secondarie (circa 27 mila unità di potenziali utenti) i destinatari cui indirizzare gli interventi. Il sindaco Stancanelli a questo proposito ha anche annunciato una serie di provvedimenti per migliorare la mobilità urbana, interventi specifici per aumentare la sicurezza dei pedoni. Proprio per questo saranno realizzati servizi ed infrastrutture che favoriscono la mobilità sostenibile e riducono l’uso dei veicoli privati: aumento delle piste ciclabili e della promozione della mobilità ciclistica, potenziamento del trasporto pubblico, potenziamento della flotta dei  veicoli pubblici a basso impatto ambientale  e l’aumento delle zone chiuse al traffico veicolare (ZTL).

“Questo progetto – ha detto il sindaco Stancanelli – s’inquadra nel piano di mobilità che si vuole attuare  per liberare la città dal traffico. Catania ha bisogno di invertire l’ approccio culturale e per questo occorre rispettare le regole. Il nostro obiettivo è colloquiare con i cittadini e le organizzazioni che li rappresentano e capire come le nostre idee possono amalgamarsi con quelle dei catanesi e questo lo stiamo facendo con gli Stati Generali: per questo pensiamo anche di estendere il bike sharing a livello urbano attraverso la nostra partecipata Sostare visto che in molti hanno evidenziato questa necessità. Chi arriva nella nostra città potrà avere così la possibilità di affittare una bici e godersi il nostro centro storico”.