La voce degli spalti 2012 / 12 – Catania-Fiorentina 2-1 Vertigini europee

ct-fi2Un Catania in grande forma ospita quest’oggi la Fiorentina dell’ex Vincenzo Montella. Ci si attende una grande cornice di pubblico, ma in realtà ci sono non oltre 13 mila spettatori: ci permettiamo di lanciare un appello alla società, sperando possa venire (ancor più di quanto non abbia già fatto in questi mesi) incontro ai tifosi rossazzuri, riducendo il costo dei biglietti (oggi i tagliandi sono di fascia B, con curve a ben 24 euro). Approfondisci

Ritorna la linea 201 dell'AMT da Catania a Gravina con un nuovo percorso

Dal lunedì 3 Settembre 2012 ritorna la circolare 201 “Piazzale Sanzio – Gravina di Catania” dell’AMT di Catania con un nuovo percorso. In pratica la circolare 201 arriva da Gravina di Catania fino alla Villa Bellini per poi svoltare per Via Umberto per fare capolinea a Piazzale Sanzio. Negli anni passati invece la linea 201 utilizzava Via Ingegnere per arrivare a Piazzale Sanzio. La convenzione AMT con il comune di Gravina di Catania è ritornata dopo alcuni anni di sospensione. Approfondisci

La linea 258 dell'AMT di Catania non arriva più a Sant'Agata Li Battiati

Dal giorno 8 Luglio 2012 la linea 258 “Piazzale Sanzio – Sant’Agata Li Battiati” dell’AMT di Catania non effettuerà più il transito nel territorio del Comune di Sant’Agata Li Battiati, a causa del mancato rinnovo della convenzione da parte del comune, come è già successo negli anni passati con Gravina di Catania (linee 201 e 259) e San Gregorio di Catania (linee 244).

La linea 258 cambia denominazione e diventa “Circolare 258 Piazzale Sanzio – Barriera” ed effettuerà il seguente percorso:

Piazzale Sanzio, Via O. Scammacca, Viale R. Sanzio, Piazza A. Lincoln, Via Torino, Via F. Fusco, Via Ingegnere, Via Etnea, Piazza Gioeni, Via del Bosco, Largo Barriera, Via Due Obelischi, Via Passo Gravina, Via Petraro, Piazza Gioeni, Via Etnea, Via Ingegnere, Via F. Fusco, Via L. Pirandello, Via V. Giuffrida, Viale R. Sanzio, Piazza M. Buonarroti, Viale R. Sanzio, Piazzale Sanzio.

Il Comune di Sant’Agata Li Battiati non esclude un prossimo accordo con l’AMT  per ripristinare linea 258 durante l’anno ma solo per alcuni mesi.

Azienda Metropolitana Trasporti quindi continua a perdere le convenzioni con comuni più vicini della città di Catania. Solo dieci anni fa si mettevano in pratica accordi per portare la linee urbane di Catania anche nei comuni di Misterbianco (circolare 635), Tremestieri Etneo (linea 258) e Mascalucia (linea 201). Invece di potenziare questi servizi, incentivandone l’utilizzo a scapito delle auto private che continuano a intasare tutte le vie d’accesso alla città, si continuano a perdere pezzi.

Svelato il mistero: largo Cutuli non è stato "copiato", ma semplicemente "spostato"

Alcuni giorni fa avevamo sottolineato un possibile “doppione” nella toponomastica catanese: il nuovo Largo Maria Grazia Cutuli all’incrocio tra via Messina e via Asiago, inaugurato lo scorso sabato 19 novembre (leggi articolo), avrebbe in realtà un “gemello” nella zona Canalicchio-Barriera, proprio a ridosso di piazza I Vicerè.

La questione è stata evidenziata anche da alcuni cittadini (ad esempio, sul sito personale del sindaco Stancanelli un lettore ha commentato l’articolo sull’inaugurazione chiedendo delucidazioni in proposito), così abbiamo deciso di contattare direttamente l’Ufficio Toponomastica del Comune di Catania, diretto dal Geom. La Mastra. Al telefono, ci è stato riferito che effettivamente alcuni anni fa lo slargo vicino piazza I Vicerè era stato intitolato alla compianta giornalista catanese; successivamente, “su richiesta dei parenti, è stato deciso lo spostamento in un luogo più caro alla memoria della Cutuli, così è stata scelta la nuova ubicazione di via Asiago”. In effetti, lo stesso Mario Cutuli, fratello di Maria Grazia, aveva sottolineato nel corso dell’inaugurazione che “la scelta di questo luogo non è casuale: siamo a due passi dal mare, da piazza Europa e corso Italia, luoghi che incrociano i percorsi di Maria Grazia”.

Pertanto, lo slargo di piazza I Vicerè rimane al momento anonimo: “La sua denominazione – conclude il responsabile al telefono – sarà ridiscusso nelle prossime commissioni dell’ufficio toponomastica”.