Caltagirone adotta il "pass disabili europeo"

Il Comune di Caltagirone ha adottato il “pass disabili europeo” entrato in vigore lo scorso  15 settembre e recepito dal nostro ordinamento con decreto del Presidente della Repubblica.

Il contrassegno unificato “pass disabili europeo” permette la regolamentazione della sosta ai cittadini con disabilità in tutti i Paesi dell’Unione europea, eliminando il disagio di non vedersi riconosciuto quello del proprio Paese di origine, con il rischio di subire contravvenzioni.

Sulla parte frontale, esposta sul parabrezza, il nuovo contrassegno ha un colore diverso (sfondo blu e logo della carrozzina bianco), più la data di scadenza e il codice del pass. Dietro, ci sono i dati sensibili (dal nome del disabile alla foto), come tali non visibili dall’esterno.

Entro tre anni dall’entrata in vigore del Dpr, i vecchi modelli di contrassegno invalidi dovranno essere sostituiti dal nuovo contrassegno.

Spetta agli enti locali far piazza pulita dei pass clonati, falsi, fotocopiati, ereditati da genitori o nonni defunti. Operazione, questa, già avviata dal Comune di Caltagirone che, per evitare casi del genere, utilizza un particolare ologramma. Durante il periodo transitorio i permessi invalidi già rilasciati resteranno validi.

“Il Comune di Caltagirone, attraverso il Corpo di polizia municipale – sottolinea l’assessore Rosario “Simone” Monforte – si è dunque immediatamente uniformato alla normativa comunitaria e già in questi giorni sta distribuendo i pass tra i circa 300 aventi diritto”.    “Confermiamo anche in questo modo – rileva il sindaco Nicola Bonanno – attenzione ai diversamente abili che, con il pass europeo, potranno ridurre i disagi connessi alla sosta”.