Una ricchissima stagione allo Stabile di Catania

E’ partita la “campagna abbonamenti” per la stagione teatrale 2012/13 del Teatro Stabile di Catania dal titolo significativo: L’arte della Commedia – Portiamo avanti le nostre stagioni.

Difatti, quasi a sottolineare il simpatico e singolare gioco di parole, il ricco cartellone verrà inaugurato il 30 novembre con la nota e suggestiva commedia shakespeariana “Sogno di una notte di mezza estate” che avrà come protagonista il poliedrico Leo Gullotta per la regia di Fabio Grossi.

Si passerà, a gennaio del nuovo anno, all’esilarante commedia dello scrittore verista di Mineo, Luigi Capuana, dal titolo “Il Paraninfo”, con Angelo Tosto, per la regia di Francesco Milazzo.

Poi sarà la volta dei notissimi attori comici palermitani Ficarra e Picone, con la loro “Apriti cielo”, ricca di paradossi al limite dell’assurdo.

La stagione proseguirà con “L’arte del dubbio”, tratto dal libro di Gianrico Carofiglio, con Ottavia Piccolo e Vittorio Viviani, in cui si parla delle insidie e trappole insite nella nostra realtà quotidiana;

quindi sarà la volta di “Eleonora, ultima notte a Pittsburgh” di Ghigo De Chiara, in cui si narra l’ultima periodo della vita della celeberrima Eleonora Duse, che avrà come protagonista Annamaria Guarnieri e la regia di Maurizio Scaparro.

Massimo Ranieri sarà il mattatore de “L’opera da tre soldi” di Bertolt Brecht e di Kurt Weill per la regia di Luca De Fusco.

Si resterà in atmosfera brechtiana con “La resistibile ascesa di Arturo Ui”, una riuscita satira sull’avvento del nazismo negli anni 20/30 dello scorso secolo che avrà protagonista Umberto Orsini con la regia di Claudio Longhi.

Geppj Gleijeses sarà protagonista e regista di “A Santa Lucia” di Raffaele Viviani che racconta le vicende “urbane” dell’omonimo quartiere di Napoli.

Poi sarà la volta del capolavoro di analisi psicologica e comportamentale di Molière, “La scuola delle mogli”, con Eros Pagni e Alice Arcuri per la regia di Marco Sciaccaluga.

Si metterà poi in scena uno dei romanzi più divertenti di Andrea Camilleri, “La concessione del telefono”, con Pippo Pattavina, Gian Paolo Poddighe e Marcello Perracchio per la regia di Giuseppe Dipasquale.

Un omaggio all’Inghilterra ed al suo maggior commediografo, William Shakespeare, con “Servo di scena” di Ronal Harwood, con Franco Branciaroli e Tommaso Cardarelli.

“L’Antigone” sarà la rivisitazione originale del capolavoro sofocleo, adattata da Valeria Parrella che avrà come protagonisti Gaia Aprea e Antonio Casagrande.

Mimmo Mignemi sarà il protagonista de “La banda degli onesti”, scritta da Age & Scarpelli con la regia di Federico Magnano San Lio, in cui si riprende, in versione teatrale, l’omonimo film, una gemma della commedia cinematografica italiana, con Totò e Peppino;

L’opera di Arthur Miller, “Erano tutti figli miei”, per la regia di Giuseppe Dipasquale sarà un altro momento topico della stagione che avrà come attori protagonisti Mariano Rigillo e Anna Teresa Rossini; quindi sarà la volta del divertentissimo “Capitan Fracassa” di Téophile Gautier, regia e adattamento di Claudio Di Palma che vedrà come protagonista il comico napoletano Lello Arena. Per finire in bellezza una ricchissima e qualificata stagione teatrale, che prevede ben sedici appuntamenti e che si svolgerà dal prossimo novembre a giugno 2013, la celeberrima “Altalena” di Nino Martoglio per la regia di Giuseppe Romani che vedrà come protagonisti Tuccio Musumeci, Guia Jelo e Miko Magistro.