Le differenze quotidiane IMU, questa sconosciuta

Il “Pasticcio Imu”, l’ormai cronica battaglia sull’ art. 18, la vittoria del premio Nobel San Suu Kyi in Birmania, la crescita della disoccupazione in Italia. Queste e molte altre ancora sono le notizie alle quali questa settimana gli organi di stampa hanno rivolto l’attenzione. In ultimo, la morte di uno dei grandi del nostro calcio, Giorgio Chinaglia, fa piangere il mondo dello sport.

L’Unità
In primo piano viene presentato l’allarme da parte dei Caf (Centri di assistenza fiscale), che puntano il dito contro l’eccessiva incertezza sull’Imu. Con aliquote ancora da decidere e proposte poco convincenti ci viene anche proposto un preoccupante studio di Bankitalia sulle diseguaglianze del nostro paese: il bilancio è impietoso, con quasi 60 miliardi nelle mani di una decina di imprenditori. Si prosegue con la solita battaglia sulla riforma del lavoro, e con un’intervista a Quagliariello, vicepresidente dei senatori Pdl.

La Repubblica
Il quotidiano di Ezio Mauro ci espone come argomento principe le elezioni birmane con la netta vittoria di San Suu Kyi che, secondo fonti non ancora ufficiali, avrebbe ottenuto il 99% delle preferenze. Molto spazio viene dedicato alle reazioni da parte del mondo intero in merito a quella che potrebbe rappresentare un evento di portata storica per l’intero Sud Est asiatico. Subito dopo vengono presentate le parole di Bersani sulla vicenda dell’art.18; il leader pd auspica un cambiamento a parti congiunte prima di maggio, cercando di evitare animosità inutili. In seguito il “pressing ambientalista” cattura l’attenzione dei lettori, con le principali organizzazioni verdi che premono affinché si punti in maniera crescente verso le energie rinnovabili. Infine, un dossier sul fisco, con le reazioni dei Caf.

Il Corriere della Sera
Anche qui le prime pagine sono rivolte alle elezioni birmane, anche se vi si dedica meno spazio rispetto a Repubblica. Subito dopo troviamo un interessante articolo sui posti di lavoro che ogni anno si sprecano per assenza di manodopera qualificata e in questo ambito si fa luce anche sugli investimenti esteri. In seguito si parla del “caos” Imu, per cui si chiedono chiarimenti “entro Pasqua”, e si affronta il deprimente studio condotto da Bankitalia sulla disparità dei redditi italiani, che si “conquistano non con il lavoro, ma con l’eredità”. In questo quadro la condizione dei giovani ne esce quasi distrutta. Qualche pagina oltre troviamo un approfondimento sul terremoto aquilano, che ha lasciato alla città drammi e speranze.
In ultimo, da segnalare un articolo lasciato ingiustamente alle ultime pagine, in cui si racconta il modo in cui alcune decine di tunisini vengono identificati dalla polizia francese: i migranti volendo spostarsi dalla Francia all’Italia sono stati respinti alla frontiera e rinchiusi in un garage. Per distinguerli, i poliziotti hanno scritto i numeri sui loro avambracci.

Il Giornale
Molto duro Il Giornale sull’incertezza che gravita intorno all’Imu. In seguito ci viene presentato un interessante dossier sulla risposta della Fed (la Banca centrale statunitense) alla crisi, che avrebbe adottato una strategia diversa rispetto all’ Europa “tedesca”, che “sta sbagliando strada”. Qualche pagina viene dedicata alle mosse del centro destra, e infine si guarda all’estero con le sfide dei Fratelli musulmani all’Occidente e le elezioni birmane, che però vengono viste con molta più cautela dal giornale di Sallusti: si fa riferimento al fatto che “la sua elezione sia una copertura per ammansire l’Occidente”.

I giornali paiono, in linea di massima, avere delle opinioni sostanzialmente concordanti in merito alle principali questioni del momento. I cittadini, dal canto loro, sembrano ormai essersi rassegnati all’aria d’incertezza che aleggia sul paese. Incertezza sul futuro sociale, economico e politico degli italiani, sempre meno fiduciosi negli uomini che sono tenuti a rappresentarli, siano questi “tecnici” o eletti.