Vasi antropomorfi di Caltagirone in mostra a Palermo

Da venerdì 16 a venerdì 30 marzo le 21 “teste portavaso” che, con la mostra “L’unità nella diversità” – realizzata su progetto di Ugo La Pietra – si sono già guadagnate apprezzamenti nell’ambito delle manifestazioni di Torino per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, ma anche a Milano, oltre che a Caltagirone (prima a Villa Patti, adesso nella Galleria “Luigi Sturzo”, dove “L’unità nella diversità” sarà visitabile sino al 30 giugno), saranno le protagoniste della VI Mostra di ceramica e arte contemporanea che, su iniziativa dell’assessorato regionale al Turismo e nell’ambito del “Circuito del mito”, si terrà a Palermo (Villa Igiea) – a cura del docente della Facoltà di architettura Michele Argentino – da venerdì 16 a venerdì 30 marzo.

Venti teste, realizzate da alcuni dei più abili maestri artigiani ceramisti di Caltagirone – Giuseppe Branciforti, Alessandro Iudici, Nicolò Morales, Francesco Navanzino, Riccardo Varsallona – in maniera fantasiosa e ironica rappresentano le tipicità ed il carattere delle regioni italiane, mentre la ventunesima, opera dell’Istituto statale d’arte per la ceramica “Luigi Sturzo”, incarna e simboleggia l’Italia unita. La partecipazione all’evento è stata promossa dal Comune di Caltagirone  e dall’Istituto statale d’arte per la ceramica “Luigi Sturzo”.

“Si tratta – sottolinea il vicesindaco Alessandra Foti – di un’altra, importante opportunità per far apprezzare la maestria dei nostri artigiani e, di conseguenza, richiamare ulteriormente nella nostra città i tanti estimatori di un’arte – quella ceramica – per la quale Caltagirone è legittimamente conosciuta ben oltre i confini regionali”.