Bloccate nuove concessioni per pub ed enoteche nel centro storico

La giunta comunale di Catania ha deliberato il blocco alle autorizzazioni per avviare nuovi esercizi commerciali che somministrano alimenti e bevande (pub, enoteche ecc..) nelle vie e nelle piazze del centro storico di Catania e in particolare nella Zona a Traffico Limitato e nell’Area Pedonale, vale a dire le vie circostanti il Teatro Massimo Bellini e quelle tra piazza Duomo e piazza Università.

“La decisione di sospendere il rilascio di nuove autorizzazioni che si andrebbero ad aggiungere alle tantissime già esistenti in quelle zone – spiega il sindaco Stancanelli – scaturisce da fondate ragioni di opportunità legate a ragioni di viabilità ma anche a garanzia di ordine pubblico, igiene e inquinamento acustico. Un’iniziativa che portiamo avanti in sintonia con residenti ed esercenti per aumentare i livelli di vivibilità che giustamente richiedono residenti e frequentatori di questa importante area artistico-culturale della vita cittadina, prevenendo una pericolosa deriva che snaturerebbe la natura. Il rispetto delle regole -prosegue Stancanelli- è una priorità perché solo un’adeguata pianificazione garantisce il mantenimento della qualità sotto tutti i profili”.

L’iniziativa, che rimette alla programmazione dell’assessorato alle attività produttive retto da Franz Cannizzo l’adozione di una proposta di regolamento da sottoporre entro un mese al consiglio comunale, è mirata a intensificare le azioni di tutela di questa area di particolare pregio artistico dove si riversano migliaia di cittadini, soprattutto giovani e su cui l’Amministrazione Stancanelli tramite l’assessore al Decoro Urbano e alla Polizia Municipale Massimo Pesce ha già fatto un giro di vite, “frenando eccessi che non aiutano a mantenere un livello qualitativo anche commerciale compatibile con una zona di grande attrazione e su cui numerosi sono i residenti che legittimamente reclamano un contesto ambientale di sicurezza”.

“I vincoli per le autorizzazioni commerciali per il centro storico sono doverosi per salvaguardare il fiorire di iniziative anche culturali degli ultimi tempi -spiega ancora il sindaco Stancanelli- affinchè questa vasta area continui a rimanere il fiore all’occhiello sia commerciale che attrattivo di Catania, in cui passeggiare e godere delle bellezze artistiche rimanga la caratteristica principale. Nella altre zone cittadine fuori dalla Ztl e dall’oasi pedonale – prosegue ancora il primo cittadino – gli esercizi che somministrano alimenti e bevande potranno invece continuare a sorgere poiché verranno sempre rilasciate le autorizzazioni, senza che siano sottoposte a vincoli di alcun genere, avviando così un vero e proprio decentramento delle aree commerciali”.