Un miliardo di euro persi, sindaci del distretto Sicilia sudest chiedono spiegazioni

Mercoledì 16 novembre i sindaci dei siti Unesco siciliani incontreranno il Ministro per gli Affari Regionali Raffele Fitto per tentare il recupero del miliardo di euro a rischio destinati dall’Unione Europea ai beni culturali in quattro regioni del Meridione.

Ad annunciarlo il presidente del Distretto culturale del Sudest Giovanni Venticinque, sindaco di Scicli, al termine della riunione odierna tenutasi a Siracusa tra i soci del Distretto.

La Sicilia vanta cinque siti Unesco (il Val di Noto, le Eolie, i templi di Agrigento, Siracusa e Pantalica, e Piazza Armerina) e, insieme alle regioni Campania, Calabria, e Puglia, ha perso il miliardo dei fondi Poin Pain destinati ai beni culturali.

L’allarme è stato lanciato dal sindaco di Scicli Giovanni Venticinque, nella veste di presidente pro tempore del Sudest, all’indomani di un incontro palermitano con l’assessore regionale ai beni culturali Sebastiano Missineo, in cui è emerso che il Ministro Fitto aveva avocato a se i fondi, che andrebbero in perenzione il prossimo 31 dicembre.

I sindaco dei Comuni Unisce siciliani chiederanno a Fitto di finanziare  sportello i progetti cantierabili, e ai massimi funzionari del Ministero di seguire l’iter amministrativo della vicenda, al di là delle sorti dell’attuale governo nazionale.

Stamani, a Siracusa, i soci del Distretto hanno inoltre deciso di invitare l’assessore Missineo a Siracusa per discutere del finanziamento di un milione di euro relativo al progetto di turismo scolastico, di cui sono beneficiari i cinque siti Unesco siciliani, in cui il Governo nazionale compartecipa per 500 mila euro, e i siti per un totale di 50 mila euro.

Purtroppo, nonostante il trasferimento della quota statale di 500 mila euro alla Regione, al momento non si hanno notizie dell’impegno della quota parte della Regione, per un ammontare di 1 milione di euro, in favore dei siti Unesco siciliani.