Svelato il mistero: largo Cutuli non è stato "copiato", ma semplicemente "spostato"

Alcuni giorni fa avevamo sottolineato un possibile “doppione” nella toponomastica catanese: il nuovo Largo Maria Grazia Cutuli all’incrocio tra via Messina e via Asiago, inaugurato lo scorso sabato 19 novembre (leggi articolo), avrebbe in realtà un “gemello” nella zona Canalicchio-Barriera, proprio a ridosso di piazza I Vicerè.

La questione è stata evidenziata anche da alcuni cittadini (ad esempio, sul sito personale del sindaco Stancanelli un lettore ha commentato l’articolo sull’inaugurazione chiedendo delucidazioni in proposito), così abbiamo deciso di contattare direttamente l’Ufficio Toponomastica del Comune di Catania, diretto dal Geom. La Mastra. Al telefono, ci è stato riferito che effettivamente alcuni anni fa lo slargo vicino piazza I Vicerè era stato intitolato alla compianta giornalista catanese; successivamente, “su richiesta dei parenti, è stato deciso lo spostamento in un luogo più caro alla memoria della Cutuli, così è stata scelta la nuova ubicazione di via Asiago”. In effetti, lo stesso Mario Cutuli, fratello di Maria Grazia, aveva sottolineato nel corso dell’inaugurazione che “la scelta di questo luogo non è casuale: siamo a due passi dal mare, da piazza Europa e corso Italia, luoghi che incrociano i percorsi di Maria Grazia”.

Pertanto, lo slargo di piazza I Vicerè rimane al momento anonimo: “La sua denominazione – conclude il responsabile al telefono – sarà ridiscusso nelle prossime commissioni dell’ufficio toponomastica”.