Incrocio tra via Asiago e via Messina intitolato a Maria Grazia Cutuli. Ma forse è un doppione

Dal 19 novembre lo slargo all’incrocio tra via Asiago e via Messina si chiama Largo Maria Grazia Cutuli. A scoprire la targa è stato il sindaco di Catania, Raffaele Stancanelli, nel giorno del decimo anniversario della morte della giornalista catanese, inviata del Corriere della Sera uccisa con altri tre colleghi in un agguato in Afghanistan, il 19 novembre del 2001. Alla cerimonia di intitolazione erano presenti anche due fratelli della Cutuli.

“Intitolare una strada a Maria Grazia Cutuli nel decimo anniversario della sua scomparsa – ha detto il sindaco Stancanelli – non è solo un fatto formale. Con questa cerimonia abbiamo voluto, infatti, dare il nostro contributo per ricordare una giornalista che è stata in trincea e che ha fatto del suo lavoro una vera e propria missione. Ringrazio la famiglia che con la Fondazione dedicata a Maria Grazia lavora incessantemente per mantenere vivo il suo ricordo”.

Proprio quest’anno il Comune di Catania è entrato anche a far parte della Fondazione, presieduta da Mario Cutuli, fratello di Maria Grazia.

“Ringrazio due volte il sindaco di Catania – ha detto Mario Cutuli – per aver deciso entrare a far parte della Fondazione e per aver intiolato una via a mia sorella. La scelta di questo luogo non è casuale: siamo a due passi dal mare, da piazza Europa e corso Italia, luoghi che incrociano i percorsi di Maria Grazia”.

Corridoio sicuramente apprezza quando proposto dal Comune di Catania in ricordo della giornalista scomparsa. Però a noi risulta che nello spazio tra Via Leucatia e Via Puglia (nella zona di Piazza Vicerè) esiste già un Largo Maria Grazia Cutuli come si evince dall’immagine estrapolata da Google Maps. Quella vicino Piazza Vicerè fu un’iniziativa privata o si tratta di un clamoroso doppione?

Aggiornamento: Svelato il mistero: largo Cutuli non è stato “copiato”, ma semplicemente “spostato”