Caltagirone, crollo scuola Carmine, presto ultimati i lavori

“Entro fine novembre concluderemo i lavori al secondo piano dell’edificio e potremo così riconsegnare le aule. I bambini, in questi giorni  provvisoriamente allocati al terzo piano, potranno così tornare nelle loro classi”.

Parole dell’assessore comunale ai lavori pubblici di Caltagirone Mario Polizzi sul plesso Carmine, la scuola elementare dove, lo scorso 22 ottobre – per fortuna durante la notte, in un’ora in cui la classe era vuota – dal soffitto di  un’aula al secondo piano si sono staccati dell’intonaco e un neon, che hanno rotto un banco. Un episodio, questo, che ha suscitato le legittime preoccupazioni dei genitori.

Dopo la chiusura dell’istituto, durata una settimana, per permettere l’attività di verifica e a conclusione delle festività legate alla commemorazione dei defunti, i piccoli alunni sono tornati a scuola, ma al terzo piano (dove nel frattempo i tecnici del Comune e il personale della ditta avevano compiuto le verifiche del caso), “liberando” così il secondo piano, dove sono stati avviati i saggi e gli interventi.

“Stiamo seguendo con attenzione, giorno dopo giorno, l’evolversi dei lavori – afferma l’assessore Polizzi – Oggi è stata completata la spicconatura e domani l’impresa che si occupa dei lavori comincerà a dedicarsi al rifacimento degli intonaci. Contiamo, quindi – conclude l’assessore ai Lavori pubblici – di riconsegnare il secondo piano alla scuola e, quindi, alla fruizione dei bambini, entro la fine del mese, in modo da far ritornare la situazione alla più piena normalità, com’è negli auspici di tutti”.