Prosegue la bonifica delle auto abbandonate

Interventi sulle auto abbandonate in tutto il territorio cittadino con elevazioni di verbali di contravvenzione per 250 autovetture che non esponevano il tagliando assicurativo anche nell’ultima domenica del mese di agosto. La Polizia Municipale infatti, oltre ai servizi di fluidificazione del traffico balneare, da viale Kennedy al Lungomare, su disposizione del sindaco Stancanelli e dell’assessore Pesce, ha incrementato le verifiche approfittando della giornata di domenica, quando vi è una minore presenza di auto in circolazione nelle strade cittadine.

Già dallo scorso giugno l’assessore alla Polizia Municipale Massimo Pesce aveva disposto dei controlli sulle auto che non esponevano il contrassegno assicurativo, controlli che hanno riguardato già oltre 800 automobili: ”Puntiamo su questo servizio nei giorni festivi – ha spiegato l’assessore alla Polizia Municipale Massimo Pesce – per la minore intensità del traffico sulle strade cittadine che consente di fare meglio questi controlli per contrastare un fenomeno purtroppo molto diffuso nella nostra città di cui i cittadini giustamente lamentano e a cui noi facciamo fronte, come in questo caso, intensificando servizi utili nell’interesse della collettività”.

La rimozione delle auto abbandonate, come più volte ribadito, prevede una procedura lunga e articolata. L’auto deve essere stata abbandonata su una strada pubblica, occorre verificare con il numero di targa che il veicolo non risulti di provenienza furtiva, deve essere identificato il proprietario del mezzo per la notifica del verbale di omessa copertura assicurativa obbligatoria e diffidarlo alla rimozione dalla sede stradale. La prassi amministrativa prevede per legge almeno 60 giorni di tempo tra accertamento, notifica fino a giungere quando ne ricorrono i presupposti alla rimozione del mezzo.

Solo se il veicolo è privo di targa può essere considerato un rifiuto ed essere consegnato, dopo gli opportuni accertamenti, alla ditta che si occuperà dello smaltimento.