Addio a Mariella Lo Giudice

Grande cordoglio per la scomparsa dell’attrice Mariella Lo Giudice. Le sue esequie avranno luogo a Catania il 3 agosto alle ore 11 in Cattedrale. In segno di lutto, è stato intanto rinviato a data da destinarsi la rappresentazione di “Pathos. La tragedia delle Troiane”, lo spettacolo di Micha van Hoecke che avrebbe dovuto avere come protagonista l’attrice catanese al fianco di Lindsay Kemp, e previsto per la stessa data al Teatro greco romano.

L’attrice aveva 58 anni e da tempo era affetta da un male incurabile. Aveva recitato in molti film, tra i quali anche “Nuovo cinema Paradiso” di Giuseppe Tornatore, premiato con l’Oscar.

Mariella Lo Giudice aveva cominciato la carriera di attrice allo Stabile di Catania, vicino a Turi Ferro. Sul palcoscenico ha vissuto le diverse età corrispondenti alle sue di donna.

Dotata di una straordinaria e innata versatilità, grazie allo studio approfondito della psicologia dei personaggi (cifra essenziale del suo impegno nel teatro e nel cinema), Mariella Lo Giudice si muoveva fra la sottile ironia shakespeariana di commedie come «Molto rumore per nulla», e il dramma della Marianna di Dacia Maraini, fino alla imponente e mitica personalità di una Medea sia pure riveduta in chiave moderna di «Medea in diretta».

Sulle scene era soprattutto una donna, tutte le donne che nelle fragilità e nei drammi, nello spessore e nel segreto vivono per gli spettatori. E questo apparteneva alle qualità dell’artista, della seria e scrupolosa professionista ma anche e soprattutto della persona, sincera e pronta peraltro a buttarsi con tutta l’anima anche in impegni di natura sociale e civile, tutte le volte che la coscienza la chiamava.

Il teatro italiano ha perso una grande protagonista.