Trapani-Monte Erice, parla il favorito Faggioli. Forfait di Isolani

“Sono ad Erice perché lo merita il posto e la gente, e poi gareggiare qui è sempre difficile in quanto l’asfalto è scivoloso”. Con queste parole Simone Faggioli, leader del campionato europeo velocità della montagna, ha spiegato il motivo per cui ha preferito i tornanti trapanesi della Monte Erice, valevole come secondo appuntamento del Civm, a quelli spagnoli della “Subita al Fito”, terza prova del Cevm. Faggioli si presenta alla gara trapanese da campione italiano ed europeo in carica e non ha ancora deciso a quale dei due campionati puntare per il 2011. “Vedremo in seguito – spiega – anche tenendo in considerazione gli scarti”. Il pilota della Osella questa mattina si è presentato al piazzale Ilio per effettuare le verifiche tecniche e ritirare il numero 2 con il quale domani affronterà le prove e domenica la gara. “Sono contento della vettura e con le gomme Marangoni abbiamo fatto un notevole passo avanti – continua il pilota toscano -. Poi, dato che ci sono tante vetture nuove e forti, a cominciare dalla Picchio che ha vinto la prima prova dello Spino, ci sarà da sudare”. Faggioli, quindi, non si pone limiti per il futuro. “Mi diverto e questa è la cosa più importante” ha sottolineato e quando gli si fa notare che si sta avvicinando, come numero di successi nella gara trapanese al leader di questa speciale classifica, il catanese Enrico Grimaldi (7 vittorie), Faggioli allarga le braccia: “Beh, è difficile raggiungerlo” e va via sorridendo, lasciando intuire che vorrà provarci.
Doccia fredda invece, per gli amanti della “Rossa di Maranello”. Leo Isolani (nella foto), vincitore nel gruppo GT allo Spino, non sarà al via della gara trapanese a causa di una forte bronchite. Dato che il suo obiettivo è rientrare quanto prima, già la prossima settimana alla Coppa Nissena, terzo appuntamento del Civm, Isolani ha preferito, pertanto, rinunciare alla gara trapanese anche perché la sua scelta non influenzerà la corsa al titolo tricolore dato che, alla fine, saranno validi dieci risultati sulle dodici prove in programma nel calendario.