Piazza Europa, quale futuro?

A sei anni dall’aggiudicazione in project financing della costruzione e gestione del parcheggio interrato di Piazza Europa; dopo oltre tre anni e mezzo dal sequestro del cantiere e dal “congelamento” dei lavori; a un mese dalla sentenza assolutoria da parte dei giudici della terza sezione penale del Tribunale di Catania, che ha portato al dissequestro e restituzione delle aree: la società “Parcheggio Europa Spa” vuole parlare a tutta la città per fare chiarezza su una delle opere considerate “strategiche” per lo sviluppo di Catania.

Lunedì 16 maggio, alle ore 10.00, presso la Sala Camerale della Camera di Commercio di Catania (piazza della Borsa) si terrà la conferenza stampa sul tema “Parcheggi Europa: passato, presente e futuro”. Sono invitati non soltanto i giornalisti, ma anche le istituzioni e i cittadini che volessero intervenire.

Dalla cronistoria ai risvolti giudiziari, dalle ricadute economiche, sociali e ambientali che il progetto avrebbe sul territorio alla sua valenza architettonica: l’amministratore delegato Lorena Virlinzi – alla presenza del presidente della società Ennio Virlinzi, del Cda e dei tecnici che hanno seguito l’evolversi della vicenda – spiegherà alla stampa, alle istituzioni e ai cittadini che volessero partecipare, «i dettagli di un’opera in cui ancora oggi crediamo perché volta al raggiungimento di un preminente interesse collettivo e destinata a cambiare il volto di Catania».

Condizioni pregiudiziali per la ripresa dei lavori, problematiche relative allo stato del cantiere, tempi di consegna: attraverso rendering e immagini dell’opera, verrà illustrato il progetto e lanciato un chiaro messaggio: «Vogliamo restituire Piazza Europa ai cittadini: ancora più funzionale e più bella di prima».