Per tre giorni Catania capitale dell'integrazione

Per tre giorni Catania diventa capitale dell’integrazione con concerti ed eventi sportivi rivolti a favorire la convivenza fra rappresentanti di popoli diversi che hanno scelto la nostra terra come seconda patria. Prende il via l’iniziativa ‘Identità e Incontro’, promossa dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e finanziata, nell’ambito del progetto MU.S.A. – Musica Sport e Accoglienza, con il Fondo Europeo per l’integrazione dei cittadini di paesi terzi.

Alla conferenza stampa erano presenti il sindaco Raffaele Stancanelli, il direttore generale dell’Immigrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Natale Forlani, il prefetto vicario Annamaria Polimeni, Ottavio Vaccaro, assessore allo Sport e Giuseppe Crisafulli, presidente del Comitato Provinciale del CONI e in rappresentanza del Catania Calcio il centrocampista Pablo Ledesma.

“L’iniziativa – ha sottolineato il sindaco Stancanelli – arriva in un momento particolarmente delicato per il nostro Paese per quanto riguarda il tema dell’immigrazione e quindi dell’integrazione. Da oltre un decennio la nostra città accoglie cittadini provenienti da ogni parte del mondo dimostrando la propria vocazione all’ospitalità e sensibilità nei confronti delle comunità straniere che a loro volta si sono perfettamente integrate nel tessuto sociale ed economico della città”

La festa di musica e sport continuerà Sabato 21 Maggio alle ore 21 in piazza Università con il concerto dell’Orchestra di piazza Vittorio, gruppo musicale multietnico nato a Roma nel 2002 e composto da 16 elementi provenienti da tutte le parti del mondo.

Domenica 22 Maggio giornata dedicata allo sport con il raduno dei piccoli atleti nella struttura sportiva del C.U.S in via santa Sofia. Alle ore 10 e prevista la cerimonia di apertura e l’inizio di tornei di varie discipline sportive:calcio a 5, minivolley, cricket e badminton. A conclusione dei tornei, alle ore 13,00 è prevista la premiazione dei vincitori.