Nuovi alloggi presto disponibili a Librino-San Teodoro

Il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli, assieme all’assessore ai servizi sociali Carlo Pennisi, si recato nel cantiere di viale San Teodoro 16, nei pressi del Poliambulatorio, dove si sta procedendo all’abbattimento del rudere di un immobile che da oltre ventanni giaceva senza alcun requisito di sicurezza.

Si tratta di lavori propedeutici a quelli della realizzazione di diversi immobili per 48 alloggi popolari che verranno completati nel giro di due anni, con un impegno finanziario complessivo di oltre otto milioni di euro.

“Librino oggi più che mai è al centro delle nostre attenzioni – ha osservato il sindaco Stancanelli effettuando una visita nel cantiere assieme al presidente della Municipalità Loredana Gioia e altri consiglieri di municipalità -. In maniera concreta stiamo lavorando per dare uno sbocco concreta alla richiesta di abitazioni che c’è in tutta la città e in particolar modo a Librino. Qui siamo in grado di consegnare ben altri 32 alloggi entro fine anno che ci consentiranno di azzerare la graduatoria redatta dai servizi sociali per coloro, aventi diritto, che sono stati sloggiati dalle abitazioni a causa della cattive condizioni igieniche sanitarie in cui abitavano”.

In materia di case, negli uffici dei servizi sociali è prevista una riunione tecnica sul social housing che sarà presieduta dall’assessore Pennisi, per una risposta di “sistema” al problema dell’alloggio. Il sindaco Stancanelli con gli assessori Pennisi e Sebastiano Arcidiacono hanno incontrato il presidente dell’Ance Andrea Vecchio per delineare le ipotesi operative per palazzo di cemento di viale Moncada, che il sindaco considera un immobile “simbolo” del riscatto di Librino, proposte di lavoro concrete che nei prossimi giorni verranno portate al confronto con le espressioni sociali e istituzionali del quartiere.

Il progetto di viale San Teodoro, oltre all’onere di demolire il vecchio rudere, in dettaglio prevede la realizzazione di un primo corpo scala con 8 alloggi, finanziato con un mutuo dalla cassa depositi e prestiti per circa 2,5 milioni di euro. Con un recente decreto del Ministero per le Infrastrutture e Trasporti, è stata assegnata al Comune di Catania, inoltre, la somma di 5.674.703,96 di euro per la realizzazione di nuovi alloggi sperimentali e progetti speciali per la riduzione del disagio abitativo, con altri due corpi scala di 8 alloggi ciascuno e altri 2 palazzine in altro lotto, sempre a viale San Teodoro, per realizzare altri 24 alloggi.