"Millecunti" il Festival nazionale dei bambini

Torna anche quest’anno in Sicilia “Millecunti, il Festival nazionale dei bambini, dei ragazzi e dei sentimenti sociali” che, dal 18 al 25 maggio, coinvolgerà centinaia di lettori di tutte le età in un fitto calendario di incontri con autori ed editori, laboratori in compagnia di illustratori e disegnatori, conferenze e dibattiti ospitati fra le aule di scuole, biblioteche, teatri e librerie. L’accoglienza è il tema-guida di questa edizione che si svolgerà in contemporanea a Catania, Messina (in collaborazione con il CIRS, Comitato Italiano Reinserimento Sociale), Palermo e in numerosi comuni siciliani (Acireale, Acicastello, Adrano, Gravina, Viagrande, Zafferana, Biancavilla, Letojanni, San Cataldo). Mentre alcuni eventi collegati a Millecunti si svolgeranno nelle prossime settimane anche in Lazio e in Lombardia.

Diretto dallo psicoterapeuta adleriano Domenico Barrilà – messinese, da quarant’anni trapiantato a Milano, autore di numerose pubblicazioni per adulti e bambini – Millecunti è nato a Catania lo scorso anno e, tramite, l’editoria per ragazzi, soggetto educante a tutti gli effetti, affronta i temi della cooperazione e della coscienza civile da alimentare attraverso la letteratura, il gioco e il confronto dialettico e creativo intorno all’arte, in tutte le sue forme. E’ organizzato dall’associazione Oltrelidea e dalla libreria Tempolibro, la direzione artistica è di Nellina Adorno coadiuvata da Carla Condorelli e Milena Viani.

Al tema dell’accoglienza sono dedicati numerosi incontri coordinati da Barrilà con insegnanti, educatori e con gli stessi studenti dei licei socio-psico-pedagogici: fra questi segnaliamo l’esperienza di “Etna ‘ngeniousa”, un’associazione impegnata del sociale che agli alunni delle scuole presenterà il concetto storico-culturale dell’accoglienza e riferirà l’esperienza dell’ultima Pasquetta festeggiata insieme ai migranti ospiti del C.A.R.A. (Centro Assistenza Richiedenti Asilo) Villaggio degli Aranci di Mineo. A Messina, invece, il 18 maggio nella sede della Provincia Regionale si affronteranno alcune problematiche del mondo degli adolescenti legate ai fenomeni Emo e Vampirismo.

Fra le novità editoriali che saranno presentate a Millecunti segnaliamo l’ultima fatica di Lina Maria Ugolini edita da Rueballu di Palermo. S’intitola “La musica nel tempo dei fiori di cappero”, l’avventura di una violinista-prodigio che dall’isola di Salina viene catapultata nel vortice di uno dei tanti talent-show televisivi a caccia di giovani artisti (24 maggio al Palazzo Platamone, ore 18), reading letterario con spettacolo marionette d’autore e interventi musicali. Stessa sede, l’indomani, alle ore 17.30, per la lettura animata de “La Sirenetta”, a curata dalla stessa autrice Antonella Caldarella con ombre e burattini. Anche quest’anno con Millecunti tornano le fiabe in ospedale a cura dell’associazione Clown senza Frontiere, i giochi di strada con lo Straludobus dell’associazione Talitakum. Mentre l’associazione Mani Tese promuove “Libero libro-Libera mente”, scambio dei libri abbandonati negli scaffali al mercatino dell’usato. Al Polo Tattile Multimediale, il centro sperimentale di Catania dedicato ai non vedenti con appositi spazi (museo, giardino, bar al buio, show-room e giardino sensoriale) ospiterà le “Fiabe in musica” della compositrice Angela Arcidiacono (24 maggio, ore 10). Conclude idealmente Millecunti la grande performance pittorica in Piazza Belvedere a Zafferana Etnea, in programma domenica 29 maggio. Organizzato con il patrocinio dell’Università di Catania, Millecunti 2011 è promosso con la  collaborazione dei Comuni di Catania (Assessorato alla Cultura e ai Grandi Eventi), Adrano, Biancavilla, Sant’Agata Li Battiati, Zafferana Etnea.