"Autogestione" per il centro anziani di Lineri

Lavori di giardinaggio, bricolage, piccole riparazioni, pulizia straordinaria e lavori in muratura. Sono le attività svolte dai “nonnini” del Centro anziani di via Partigiani d’Italia, nel quartiere periferico di Lineri. Gli anziani, oltre 180, si autofinanziano per gestire la struttura comunale in cui giornalmente vengono svolte attività ricreative, culturali e sociali, feste e  spettacoli teatrali. Nelle scorse settimane si sono svolte le elezioni per la formazione del comitato di gestione: sono stati nominati Giuseppe Arcidiano (presidente), Rosa Di Blasi (vicepresidente), Carmela Privitera, Rosetta Ragusa, Ignazio Testa, Salvatore Moschella e Carmelo Cavallaro (componenti).

«In un momento di grande ristrettezza economica – ha detto il sindaco di Misterbianco, Ninella Caruso – con i tagli ai servizi che il comune è stato costretto a fare, gli anziani di Lineri danno un contributo prezioso non solo all’attività dell’amministrazione, ma anche al territorio. In questi anni, grazie al lavoro svolto dai Servizi sociali è maturato in questi anziani lo spirito di aggregazione e la visione naturale del centro come luogo di ritrovo».

«Abbiamo raggiunto l’obiettivo di un centro anziani attivamente partecipato – ha detto l’assessore ai Servizi sociali, Nunzio Santonocito – e l’amministrazione, sempre attenta alle esigenze delle persone più deboli, è a fianco degli anziani in questo progetto di aggregazione. L’esempio di autogestione è il segreto del rispetto delle cose comuni e questo percorso intrapreso dagli ospiti del centro anziani deve essere di esempio anche per le generazioni più giovani».

Il centro anziani di via Partigiani D’Italia ospita anche gli uffici della delegazione comunale che sono aperti al pubblico da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 12. A Misterbianco sono attivi sei centri d’incontro per anziani: due a Misterbianco centro e quattro nei quartieri periferici: sono quello per gli uomini (via Cairoli 107) e quello per le donne (via Kennedy), a Lineri (via Partigiani D’Italia 1),  a Montepalma (via Pisa), a Serra Superiore (via Etna) e a Belsito (via Dei Gerani).