«Crisi di valori, necessaria una forte riflessione»

Il sindaco di Caltagirone Francesco Pignataro parteciperà con la fascia tricolore sabato 5 febbraio, alle 15, nella parrocchia Sacra Famiglia, ai funerali di Giovanni “Maurizio” Montemagno, l’operaio cinquantenne massacrato a calci e pugni e finito a colpi di tronco d’albero la notte fra lunedì 31 gennaio e martedì 1 febbraio, mentre attendeva l’apertura dell’ufficio postale per prelevare la pensione dell’anziana madre..

“Montemagno – afferma Pignataro – è stato vittima di una violenza assurda e brutale, abbattutasi su un uomo mite e incapace di fare del male a chiunque. Rivolgo il mio plauso alla polizia di Stato per avere assicurato alla giustizia, nel breve volgere di un’ora, i presunti autori dell’omicidio. Quanto accaduto deve suscitare una forte riflessione collettiva sulla crisi di valori che attraversa la nostra società e non risparmia, quindi, una comunità, come la nostra, che si è invece spesso contraddistinta per gli esempi positivi. La tragica fine di Montemagno – aggiunge il sindaco – impone a tutti una presa di coscienza e alle istituzioni di accrescere l’impegno per prevenire e combattere il disagio. Interrogarsi e sforzarsi di dare le giuste risposte ai quesiti che, in questi giorni di rabbia e di esecrazione, ciascuno di noi si pone, è il modo migliore per ricordare il povero Maurizio e non rendere vano il suo sacrificio”.