I mondiali di volley ci lasceranno un nuovo campetto a San Cristoforo

Saper rispettare le regole, saper essere leali dentro e fuori dal campo, sentire di appartenere a un gruppo, integrarsi, fare squadra. Il volley appassiona, gratifica, educa, e soprattutto, allontana il pericolo “dietro l’angolo”, che un giorno si chiama droga, l’altro bullismo, l’altro ancora illegalità.
Le parole diventano fatti, quando l’occasione arriva al momento giusto – quello dei Mondiali di Pallavolo 2010 – e nel posto giusto, la città di Catania: dopo il tris di successi della prima fase, l’Italvolley guidata da Andrea Anastasi giunge in città per la seconda fase, in un Palacatania del tutto messo a nuovo.
Ad essere attesi non sono solo i match avvincenti, il sano agonismo, il tifo appassionato per tutte le età. Questi campionati Mondiali lasceranno anche un segno tangibile del loro passaggio in un’area disagiata della città: un campo-pratica permanente per i ragazzi del Circolo didattico “Cesare Battisti”, vicino via Plebiscito, a Catania.
L’allestimento sarà realizzato al termine dei mondiali e del mega evento che si svolgerà proprio negli spazi adiacenti al Palacatania, nei “Villaggi della Gioventù” nati dalla collaborazione fra il Comitato organizzativo dei mondiali di pallavolo di Roma, il Ministro Giorgia Meloni ed il Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio.
Oltre alla pratica sportiva, saranno numerose le iniziative presso gli stand allestiti intorno al Palazzetto: partite, villaggi sportivi, stand polivalenti per attività ludico-formative, tornei misti, incontri-dibattito con esperti che risponderanno a domande sugli effetti negativi della droga, dell’alcool e della cattiva alimentazione, raccolta adesioni di giovani volontari per le associazioni aderenti al Forum Nazionale dei Giovani.
Gli esperti della Polizia Postale daranno ai ragazzi consigli per un utilizzo consapevole di Internet, sarà proiettato il video ”Autovelox”, dedicato alla prevenzione degli incidenti stradali, nell’ambito della presentazione della campagna per la sicurezza stradale “Naso Rosso”; e ancora sarà allestito un Campo Giovani promosso dal ministero, per proporre la “vacanza diversa” con la collaborazione dei Vigili del Fuoco, Croce Rossa, Marina Militare e Guardia Costiera; il giovane artista Emilio Caccaman armato di carta e matita aprirà le porte del mondo dei fumetti e non mancheranno le attesissime foto ricordo con gli atleti della nazionale e le partite di ”Volley Quiz”, gioco educativo interattivo.
Spazio al talento con l’area dedicata a TNT – Festival dei Giovani Talenti, il più grande progetto – promosso dal ministro Meloni e dall’Agenzia Nazionale per i Giovani (ANG) – mai realizzato in Italia interamente dedicato ai giovani dai 15 ai 35 anni che si svolgerà a Roma dal 17 al 21 novembre 2010. A Catania, in questi giorni verranno distribuite cartoline personalizzate contenenti dei semi di piante e fiori: il messaggio sarà quello di seminare il proprio talento per vederlo crescere e raccogliere. Tutte le domande raccolte saranno vagliate da un comitato scientifico composto dai massimi esperti per le diverse aree professionali. Il comitato selezionerà le eccellenze meritevoli di essere presentate durante il Festival TNT per presentare la propria storia di successo.