"Fatti…di sport", basket contro il doping

Il torneo Sun and Sport di Acireale… Antronaco: «Aspetto ludico e impegno sociale»… Vincono i giarresi sia tra gli U15 che tra i senior (Caminiti super)…

FIGURONE. Bella contrasta La Porta; le ragazze hanno fatto una bella figura [Basket Catanese].

Da dieci anni l’evento di riferimento per il basket estivo di Acireale è il “Sun and Sport”, organizzato dall’Associazione Elios. Non si tratta del solito 3vs3, ma di una manifestazione multicolore, che quest’anno ha coinvolto 250 sportivi in quattro diverse discipline. Calcio a 3 e pallavolo da un lato, pallavolo e ping pong dall’altro, in tanti si sono dati appuntamento sabato e domenica pomeriggio al piazzale Com, anche solo per guardare gli amici o passare un pomeriggio in compagnia.

«Quest’anno abbiamo voluto fare una manifestazione in grande – spiega il presidente dell’associazione, Giacomo Antronaco –, iniziando una collaborazione triennale con il progetto “Fuori dal tunnel” della cooperativa Futura 89. L’obiettivo è sensibilizzare i giovani contro le nuove dipendenze, come il doping: il messaggio “Fatti…di sport”, stampato su tutte le magliette, sottolinea l’unione tra aspetto ludico e impegno sociale. Ai ragazzi abbiamo chiesto di compilare un questionario e sabato hanno anche partecipato a una conferenza sull’argomento. Inoltre, abbiamo coinvolto alcuni gruppi locali emergenti per il concerto finale».

FINALE. Un momento della finale tra i grigi Amici del Cantagallo e i neri Red Tube [Basket Catanese].

18 squadre si presentano al torneo di pallacanestro, con due terzetti di ragazze che si fanno valere contro i maschietti. È significativo il caso della sfida tra la squadra di Catotti, Cutugno e Lo Porto e il quartetto Prudente, Vigo, Mazzerbo e Privitera: in campo i valori si equivalgono non solo fino alla fine del tempo regolamentare, ma anche per due supplementari; al terzo, Prudente e compagni si impongono di due punticini. Al torneo giovanile (riservato agli under 15) si iscrivono invece sei terzetti e sbancano gli “All Stars” giarresi Carmelo Vasta, Antonio Cantarella e Antonio La Macchia. Non sarà difficile vederli già quest’anno affacciarsi in C2, poiché sono tutti nati nel ’95.

Il torneo senior si svolge su una lunga fase eliminatoria. Mattatori sono i paternesi guidati da Enrico Famà, ma la squadra di Giacomo Prudente si riprende in fretta e ci sono in agguato le formazioni degli organizzatori (Antronaco e Renato Catalano). Le outsider sono invece protagoniste della seconda fase. La prima semifinale è vinta dagli Amici del Cantagallo (Cantarella, Caminiti, Iannitti e Bella) sui Principi di Scala (Torrisi, Granata, Vasta e Garozzo); nell’altra gara, i Barbablu (Catalano, Raciti, Licciardello e Costantino) non riescono ad assassinare i Red Tube (Famà, Bertolo e Lo Faro II).

VINCITORI. Cantarella, Caminiti, Bella e Iannitti, i quattro vincitori “Amici del Cantagallo” [Basket Catanese].

Il nome del noto sito internet non serve però a distrarre i giarresi in finale. Di osé non c’è nulla: Cantarella parte forte e mette subito sotto gli avversari, Bertolo tenta una timida rimonta ma le tre bombe da lontano di Caminiti tracciano un solco irrecuperabile. La giocata della partita è uno stoppone di Famà, reso vano da un fallo precedente, mentre il punto decisivo è segnato dalla lunetta dall’arbitro Iannitti. È 15-10 il punteggio finale per gli Amici del Cantagallo (Caminiti 9 punti, Cantarella 4, Iannitti 2; Famà 4, Bertolo 4, Lo Faro 2). Alla fine, premiazioni per tutti.

Rimangono gli ultimi due tornei estivi (venerdì e sabato a Giarre, domenica a Ragalna), ma da oggi inizia ufficialmente la stagione con il raduno dell’Acibasket: sta finendo il tempo del campetto, ritrovo di amici dal sapore di vacanza…

Roberto Quartarone