Promuovere la donazione di organi

Sono oltre dodicimila nella sola provincia etnea le persone che hanno detto “si” a una scelta consapevole, solidale e responsabile: la donazione degli organi. Un trend positivo e incoraggiante che spinge a fare sempre di più, perché nonostante siano tante le vite salvate grazie al trapianto, è in crescita il numero dei soggetti in attesa di un nuovo organo.

Anche quest’anno l’Asp Catania aderisce alla campagna di promozione a favore della donazione degli organi con una serie di importanti iniziative, organizzate nell’ambito della Giornata nazionale della donazione di organi e tessuti che si svolgerà il 30 maggio 2010.

Dopo l’incoraggiante riscontro della scorsa edizione, torna la serata di spettacolo, musica e cabaret nata per affrontare e approfondire il tema attraverso canali meno usuali, ma altrettanto efficaci come l’intrattenimento: giovedì 20 maggio, alle 20.00, le porte del Piccolo Teatro di Catania saranno aperte a tutta la città per assistere allo spettacolo portato in scena dai “Medici in vena”, organizzato dalla referente del Sistema informativo trapianti (Sit) Asp Catania Agata Lanteri, con il supporto di CrtSicilia (Centro regionale per i trapianti) e l’Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri della provincia di Catania.

«Come recita lo slogan di quest’anno – spiega il direttore generale Asp Catania Giuseppe Calaciura – “una donazione moltiplica la vita”: è il segno più tangibile che la vita può e deve andare avanti, e spesso la donazione rappresenta l’unica reale possibilità per superare malattie gravi e irreversibili a carico di reni, fegato, cuore, polmoni e intestino, solo per citare le più frequenti. Come Azienda sanitaria provinciale supporteremo anche quest’anno il percorso di sensibilizzazione, per informare la popolazione, favorire l’incremento di adesioni e diffondere il messaggio, anche attraverso un momento di svago che può e deve comunque far riflettere».

Una serata aperta a tutti coloro che vorranno saperne di più, a chi vorrà contribuire con la propria testimonianza, nell’obiettivo comune di aumentare il numero di firme e mantenere il felice primato che la città di Catania detiene, superando da sola il totale delle firme raccolte nelle altre province siciliane.

Ad accoglierli accanto al banchetto allestito per distribuire materiale informativo e per ricevere le dichiarazioni di volontà, il personale qualificato dell’Asp Catania, coordinato dalla dott.ssa Lanteri, promotrice della cultura della donazione e colonna portante dell’iniziativa: “Chi aspetta un organo, non aspetta altro”.