U13, il Gravina sfida Ragusa

Le due partite della finale provinciale contro il CUBS… Lo spareggio contro Ragusa, un’avversaria fisica… Di Piazza: «Tutti si sono fatti trovare pronti, ora serve sacrificio»…

Martedì scorso lo Sport Club Gravina ha vinto il titolo provinciale Under-13 superando in gara-2 il CUBS Catania, in una finale che ha fatto da vetrina per i migliori ragazzini etnei nati nel biennio 1997-1998. Dopo essersi aggiudicata gara-1 per 104-60, la squadra di Gabriella Di Piazza poteva anche considerare una formalità la seconda partita, ma in realtà ha dovuto sudare di più e ha vinto per 86-53. La società di Natale De Fino dà quindi seguito al successo dello scorso anno e ora si prepara per lo spareggio contro il Basket Club Ragusa.

La vittoria del titolo provinciale giunge dopo un torneo dominato. Né il CUBS di Valeria Puglisi né il Gravina hanno trovato avversarie capaci di batterle nelle eliminatorie e nelle semifinali, superate dopo il doppio confronto contro Basket Giarre e Azzurra Belpasso. In finale, l’incontro tra le due allenatrici (fino ad un paio d’anni fa insieme alla Rainbow, la Puglisi come capitana e la Di Piazza come head coach) ha dato vita a due partite vibranti anche se vinte nettamente dal Gravina: la prima, equilibrata per due quarti, si è conclusa con uno scarto di 44 punti, la seconda di 33 al termine di un match con buoni contenuti agonistici e con una grande cornice di pubblico. Tra i ragazzi della Puglisi si sono segnalati Ferrara e Bellitti, mentre tra quelli della Di Piazza Frazzetto, Maugeri, D’Agostino e Indiogine hanno spiccato sui compagni.

«I miei ragazzi hanno dato fondo a tutte le loro energie – racconta coach Di Piazza – si sono buttati su tutti i palloni e hanno lottato con il cuore e la passione propri dei tredicenni. Seguono tutti il mio credo, che è fatto di gioco di squadra, difesa e contropiede, e amano così tanto la pallacanestro che farli uscire dopo gli allenamenti è sempre un’impresa! Nelle finali, non solo i quattro citati hanno giocato bene: La Via, un 186 cm che si è avvicinato da poco al basket, ha spazzato i tabelloni con i suoi proficui rimbalzi e segnato 18 punti. E poi tutti hanno dato il loro contributo, perché siamo una squadra molto omogenea: Pezzano, G. Puglisi, Di Benedetto e i ’98 Costantino, Di Mauro, M. Puglisi e Zafarana si sono fatti trovare sempre pronti».

Sostenuti dall’ex giocatrice di Catania e Priolo Cinzia Genualdo (che insieme al marito Enzo Costantino ha sponsorizzato la squadra con l’Acquedotti UCC Mascalucia), i campioni provinciali giocheranno lo spareggio contro il B.C. Ragusa venerdì 28 maggio alle 18:30 al PalaTrogylos di Priolo. Al termine della gara ad eliminazione diretta, si saprà la partecipante alle finali di Capo d’Orlando del 4-6 giugno. «Servirà una prova superba – ammette la Di Piazza –, perché noi siamo dei piccoletti rispetto ad una squadra fisica come quella ragusana. Dobbiamo stare con i piedi per terra, sacrificarci e far più taglia fuori. La storia si costruisce sul campo, chissà che i ragazzi non ci regalino un’altra gioia…»

Roberto Quartarone