Lazùr campione regionale U17

L’U17 batte Palermo e si qualifica per l’interzona in Umbria… Catanzaro: «Tutte positive, Formica punto di forza»… Licciardello: «Siamo cresciute tecnicamente e come gruppo»…

SCHIERATE. La Lazùr schierata sulla lunetta: Ceraulo, Miceli, Licciardello, Varesio, Formica, Pappalardo, La Manna, Di Stefano, Granata, Mirabella, Catrini, Privitera [Lazùr].

Martedì l’Under-17 della Lazùr ha conquistato il titolo regionale di categoria, superando in finale per 61-49 la Verga Palermo. Dopo aver sconfitto Partinico in semifinale, le lazurine di Gianni Catanzaro hanno superato anche le palermitane e si sono qualificate per le finali interzona, che si disputeranno il 4, 5 e 6 maggio in Umbria.

Il campionato Under-17, intitolato a Roberta Serradimigni (giocatrice sassarese degli anni ottanta e novanta deceduta per un incidente stradale), prevede dunque una seconda fase a cui saranno ammesse 32 squadre, divise in otto concentramenti, al termine dei quali 16 formazioni si disputeranno le finali nazionali di Bolsena e Orvieto dal 28 maggio al 2 giugno. La Lazùr vi prenderà parte con la squadra vittoriosa al PalaValenti: Maria Clara Catrini, Marzia Ceraulo, Stella Di Stefano, Alessandra Formica, Alessia Granata, Giuliana La Manna, Michela Licciardello, Arianna Mirabella, Silvia Miceli, Carolina Pappalardo, Giulia Privitera, Amarilli Varesio.

FESTA. Dirigenti, allenatori, giocatrici grandi e piccole festanti con la targa [Lazùr].

«Ho avuto molte impressioni positive dalla prestazione delle ragazze – si rallegra coach Catanzaro – che hanno giocato abbastanza bene le due partite, sbagliando però troppo sotto canestro contro Partinico. La mattatrice della finale, come si può facilmente immaginare, è stata Alessandra Formica, il punto di forza della squadra, ma hanno giocato bene tutte. In semifinale, invece, Ceraulo, Mirabella, Varesio e la capitana Licciardello sono state decisive. In Umbria cercheremo il pass per le finali».

«Ci impegneremo – conferma la capitana, Michela Licciardello, proveremo a comportarci bene all’interzona per provare a raggiungere la finale nazionale. E poi chissà…» Vorremmo però sapere qualcosa in più da lei, che ormai è entrata stabilmente tra le dieci della Serie B2 e ha già esordito in Serie B1 con la Rainbow. «Quella vissuta a Capo d’Orlando è stata una bellissima esperienza. Dopo avere cominciato la stagione un po’ in sordina, con due sconfitte contro Priolo, il gruppo è cresciuto sia tecnicamente (con il ritorno di Alessandra Formica) che umanamente. Giorno dopo giorno, allenamento dopo allenamento, tutte noi abbiamo rafforzato la nostra coesione, necessaria per prenderci la rivincita su Priolo nei play-off. Siamo arrivate a Capo d’Orlando determinate a conquistare il titolo regionale che mancava alla nostra società da un anno: e così è stato! Con cuore e tecnica abbiamo superato sia Partinico in semifinale che Palermo in finale. A completare la gioia del gruppo è arrivata la convocazione in nazionale Under 15 di Maria Clara Catrini e Carolina Pappalardo».

Vetrano
PREMIATA. La capitana Michela Licciardello riceve la targa, premio per le prime classificate [Lazùr].

Dopo Ludovica Chimenz e Ileana Aleo, convocate come giocatrici a disposizione all’ultimo ritiro della Nazionale Under-20, entrano nell’orbita delle squadre azzurre altre due giovani del sodalizio Rainbow/Lazùr. Rispetto all’Under-15 che due anni fa ha vinto lo scudetto, la squadra non conta più sulla play Ilaria Milazzo, su Diana Argentino e su Sara Torrisi, ma avrà a disposizione le giovani aggregate dal settore giovanile della Rainbow. Rientrare nelle finali nazionali, a questo punto, non è un’impresa impossibile.

Roberto Quartarone

Vedi anche:
Under-17, la Lazùr alle finali