La "rivoluzione" dei parcheggi di Caltagirone

Importanti novità in arrivo a Caltagirone nella gestione degli spazi destinati alla sosta a pagamento. E’ stata infatti completata, nell’intero territorio comunale, da parte di Sostauto (l’impresa che gestisce il servizio dei parcheggi ), l’installazione di 27 parcometri, che si aggiungono ai sei già in funzione. Il nuovo servizio così concepito partirà giovedì 22 aprile.

L’entrata a regime del “sistema parcometri” determinerà il venir meno dell’utilizzo dei tagliandi, che potranno comunque essere adoperati sino all’esaurimento delle scorte.

“Il vantaggio – si sottolinea da Sostauto – sarà duplice: una maggiore efficienza del servizio e un più facile accesso da parte degli utenti”.

Gli automobilisti che posteggiano nelle zone blu, infatti, non dovranno più cercare il tagliando, avendo a disposizione i parcometri, che offriranno la possibilità di un pagamento commisurato all’effettiva durata della sosta. Per esempio, se oggi con i tagliandi si intende lasciare l’auto per un’ora e mezza, si paga comunque per due ore (con 2 tagliandi). Con i parcometri sarà invece possibile tenere conto anche delle mezz’ore (riducendo la somma dovuta dall’utente) e sarà consentito il cosiddetto pagamento minimo: 30 centesimi (senza, quindi, dover pagare l’ora intera) se si vuole posteggiare per soli 30 minuti.

“Siamo fiduciosi – sottolinea il sindaco Francesco Pignataro – che ciò possa facilitare l’utilizzo degli stalli, tenendo conto delle esigenze prospettate dagli utenti”.

Altra novità, anch’essa in vigore da giovedì 22 aprile, è che chi parcheggerà l’auto nelle zone blu senza il tagliando di pagamento, potrà evitare la multa versando 5 euro entro la stessa giornata. L’automobilista potrà regolarizzare la propria posizione pagando 5 euro (somma prevista dalla legge a compensazione del mancato utile) recandosi negli uffici della Sostauto, in piazza Falcone e Borsellino n.6, scala C, aperti al pubblico dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 11,30 e dalle 18 alle 21. Ma, se non lo farà entro lo stesso giorno in cui gli ausiliari della sosta hanno apposto sul parabrezza l’avviso di pagamento posticipato, dovrà pagare la multa: 38 euro per l’omessa esposizione del tagliando, 23 euro per il suo utilizzo oltre l’orario consentito. Chi avrà ricevuto l’avviso di pagamento il sabato, essendo gli uffici chiusi, potrà utilmente saldare il lunedì. Quanto alla somma di 5 euro comunque dovuta alla Sostauto, essa potrà essere corrisposta entro 30 giorni (con modulo postale o bonifico bancario), altrimenti l’importo ammonterà a 20 euro per via delle spese di gestione, di visura al Pra e di notifica.