Allo studio a Caltagirone la "carta del contribuente"

L’assessore alle Finanze del Comune di Caltagirone, Salvo Russo, nel corso dell’incontro con i rappresentanti della Confcommercio (il presidente locale Rosario Bruno, il componente della Giunta provinciale dell’associazione Salvatore Sanfilippo e gli altri membri del direttivo locale, Loredana Aleo e Vincenzo Sciacca) e dell’Impa, l’impresa concessionaria del servizio di gestione e riscossione della pubblicità e delle affissioni e dell’occupazione degli spazi pubblici ha annunciato la prossima redazione di una “carta del contribuente”.

“Questo strumento – ha spiegato Russo – servirà ad indicare in maniera chiara ed esaustiva, ai cittadini, obblighi e scadenze. Si tratterà dunque di un vademecum utile per creare sempre più stretti rapporti di collaborazione fra i contribuenti e pubblica amministrazione”.

Russo ha poi ribadito “la piena disponibilità dell’Amministrazione comunale calatina a un costante confronto per individuare forme di collaborazione sempre maggiori con le organizzazioni di categoria, con i commercianti e gli artigiani e, più in generale, con tutti i cittadini”.

“Già a febbraio – ha detto il presidente di Confcommercio Caltagirone Rosario Bruno – abbiamo posto la necessità di un incontro con l’Impa e i suoi incaricati, ai quali abbiamo chiesto di ricercare il dialogo con i commercianti, allo scopo di puntare sull’informazione ancor prima che sugli aspetti meramente punitivi. Si tratta, infatti, di “umanizzare” il servizio, spiegando, per esempio, ai contribuenti quali sono i parametri a cui attenersi, tenendo conto del carattere assolutamente temporaneo di alcune vetrofanie (per le quali non può, quindi, essere richiesto il pagamento per l’intera annualità) ed effettuando comunicazioni rispetto alle quali si abbia la certezza dell’avvenuta ricezione da parte dei destinatari, che altrimenti rischiano, e non per colpa loro, di essere sanzionati per il mancato pagamento nei termini indicati. Abbiamo colto positivamente – aggiunge Bruno – sia la disponibilità manifestataci in questa direzione dall’Impa, sia l’impegno dell’assessore a redigere la carta del contribuente e ad avere ulteriori forme di dialogo”.