C Sic.: Gad Etna-Mia 78-75

Mia, 3 punti in 7 minuti… Le soluzioni giuste di Guadalupi… Pennisi, il trascinatore… Borzì si erge in difesa… La tripla nel finale… Carbone: «Squadra in crescita».

testata

Gad Etna-Mia 78-75
Leonardo da Vinci di Catania, 7 novembre, 17:30

Gad Etna Catania: Anselmi 8, Agrifoglio, Borzì 14, Testa, Cavalli 4, Pennisi © 21, Mauceri 13, Pardo, Caltabiano 13, Distefano 5, Licandro, Stimolo ne. All.: Guadalupi.
Mia Messina: Galletta 18, Ioppolo 1, Bonomo 8, Bonfiglio © 15, Barlassina 12, P. Minutoli 5, Donia, F. Mazzù 2, C. Mazzù 6, A. Minutoli 8, Gulletta. All.: Baldaro.
Arbitri: Collura e Giordano di Gela.
Parziali: 23-10, 13-19; 15-23, 27-23.

borzì
SALTO A DUE. Antonio Borzì ottiene il primo possesso [Basket Catanese].

Dopo sette minuti, in tribuna serpeggia un dubbio: ma è veramente la Mia Messina imbattuta, vittoriosa sul Cocuzza al supplementare? Com’è possibile? Un quintetto che vive rintanato nella propria metà campo e non trova soluzioni in attacco, segnando la miseria di tre punti, contro una ventina dei gaddini su cui aveva passeggiato Gela appena una settimana fa?

Il merito è tutto dei ragazzi di Guadalupi, che leggono bene gli avversari e trovano il modo di limitarli. In difesa una “uomo” forsennata e concreta costringe costantemente all’errore i portatori di palla messinesi, in attacco un movimento veloce del pallone coinvolge tutto il quintetto e apre buoni spazi. È così che Antonio Borzì si erge in difesa e in attacco, sia al rimbalzo sia al tiro, e che Alberto Pennisi trascina i suoi iniziando con un 3/3 dalla distanza e poi chiudendo la gara con la tripla della vittoria. E gli altri non fanno i gregari, ma partecipano all’azione corale.

mauceri
SOLO. Simone Mauceri tenta il tiro dopo essersi smarcato [Basket Catanese].

Poi la squadra di Dani Baldaro recupera il pallino del gioco, ed è naturale che sia così. Recupera, passa in vantaggio, si fa rimontare di nuovo e a pochi secondi dal termine è sul 75 pari. Supplementare? No, ci pensa il capitano Pennisi: è il terzo successo stagionale del Gad. «Complimenti ai ragazzi, hanno dimostrato quanto valgono – esulta il dirigente Carmelo Carbone -: hanno messo tanta intensità e voglia di vincere, questo rivela una compattezza e una crescita che vanno al di là della vittoria in sé.»

Roberto Quartarone