B Sic.: Lazùr-Audax 34-75

Ashley Wallace da New York, insuperabile… Hristova e De Lucia la limitano come possono… 0-14 iniziale e 4-29 finale… Sono mancate le big dell’ultima vittoria…

Lazùr-Audax 34-75
PalaCus di Catania, 29 novembre, 18:00

Lazùr Catania: Ceraulo 8, Ferrara 1, Licciardello, Parisi © 6, Varesio 1, Hristova, De Lucia 4, Borzì, Di Stefano 8, Mirabella, Antoine, Messina 6. All.: Puglisi.
Audax Reggio Calabria: F. Melara 2, M. Certoma ne, Spadaro 6, I. Certoma 11, Caridi 2, Condello 6, Fotia 2, M. Melara 1, Pacchiano ©, Melissari 19, Wallace 26. All.: Scarfò.
Arbitri: Alcoraci di Priolo Gargallo e Plumeri di Belvedere.
Parziali: 5-14, 8-10; 17-22, 4-29.

Niente da fare per la Lazùr, la montagna Audax è impossibile da scalare quando sotto canestro ci si ritrova Ashley Wallace da New York. La pivottona sa come muoversi, come prendersi gli spazi giusti e crearne per le compagne (che li sfruttano alla perfezione) e, soprattutto, sa come segnare con percentuali da record per la Serie B2. Di fronte a lei, Hristina Hristova e Martina De Lucia fanno il possibile: in difesa la bulgara sgomita e strappa qualche rimbalzo, in attacco la catanese segna quattro punticini, ma è poca cosa.

Poca cosa considerando anche lo 0-14 iniziale, il 4-29 finale. Le lazurine non riescono a limitare neanche l’ex Giulia Melissari (2 presenze e 14 punti l’anno scorso, prima di passare alla LuMaKa), piccola ma concreta, che spegne le velleità di rimonta del terzo periodo. Sono mancate le protagoniste della straordinaria vittoria sull’Azzurra Patti, è mancato il gioco di squadra e la lucidità. Il cantiere è ancora aperto…

Roberto Quartarone