Il basket sbarca ad Etnapolis

Otto ore d’invasione ~ I giocatori della Virauto tra i negozi ~ Under-17: CUS Catania e Gravina si giocano il titolo ~ La “Rainzùr” in campo ~ Il Minotauro abbatte il Gad.

testata

gad-minotauro
GRIGLIA. Dietro la griglia del recinto, Gad Etna e Minotauro si giocano il torneo senior maschile; alla fine vinceranno i taorminesi [Basket Catanese].

Per quasi otto ore la pallacanestro ha invaso Etnapolis. Nel vero senso della parola. Subito dopo l’inaugurazione del playground, varato dalla Pallacanestro Catania e dalla dirigenza del centro commerciale con il patrocinio del comitato provinciale della FIP a distanza di qualche mese dall’apertura, nei corridoi del centro commerciale hanno sfilato i giocatori della Virauto Ford Catania, palloni in mano, attirando l’attenzione di tutti i clienti. Non capita tutti i giorni di poter conciliare shopping e sport e sicuramente i mariti annoiati ne saranno stati più che felici.

Poi gli altoparlanti diffondono la voce dello speaker Rosario Salanitri mente vengono presentate le squadre che partecipano al torneo giovanile. L’“Etnapolis Cup” ha inizio con le sfide tra gli Under-17 dello Sporting Club Adrano, dello Sport Club Gravina, dell’Azzurra Belpasso, delle due squadre del CUS Catania e del Minotauro Taormina. Le partite si svolgono per tutta la mattinata e come da copione Gravina e CUS sono i mattatori. Le altre, tuttavia, non fanno da sparring partner, come l’Azzurra, che perde di appena un punto contro i gravinesi. La finale, quindi, è tra le rivali storiche Gravina e CUS Catania “A”: la spuntano i cusini.

arcidiacono
UNDER-17. Il torneo Under-17 viene vinto dal CUS Catania “A” e Riccardo Arcidiacono ritira la coppa [Basket Catanese].

Dopo una mattinata di sole, qualche nuvola inizia a fare capolino sopra il campetto tinto di rosso mattone. Dentro il recinto, i ragazzini escono, entrano le ragazze. Gli spettatori osservano tranquilli sul prato, chi sull’unica sedia disponibile, chi sdraiato sull’erba. Un’atmosfera da “tempo ritrovato”? Può essere. Dicevamo delle ragazze di Rainbow e Lazùr, che scendono in campo con due formazioni miste e giocano con fin troppa intensità. Dire chi ha vinto non è affatto semplice, proprio perché le carte sono state mischiate. Basti sapere che alla premiazione è andata Marzia Ferlito…

Chiude la lunga giornata di torneo la sfida maschile tra il Gad Etna di Catania e il Minotauro di Taormina. In allenamento, non sembra che i messinesi, freschi di ripescaggio in Serie D, possano far molto contro gli Under-21 della Pallacanestro Catania (più i due fuori quota Borzì e Testa). Eppure in campo dimostrano un gioco degli esterni che sopperisce ad una minore altezza e mettono sotto i gaddini, confusi e deludenti. Nel finale si sfiora il +10 e così il Taormina, allenato dall’ex vecchia gloria del CSTL Antonella Merola, vince il torneo senior.

ferlito
FESTA. Marzia Ferlito festeggia con la Coppa del torneo femminile [Basket Catanese].

Elena Cambiaghi, responsabile eventi della Pallacanestro Catania, presenta la premiazione finale, aprendo con un ringraziamento alla sportività e alla correttezza di tutte le squadre. Pioviggina, quindi si corre per dare un riconoscimento a tutte le squadre intervenute. Per il CUS Catania, si presenta Riccardo Arcidiacono, arrivato quest’estate dal Basket Acireale: il ’94, fisico asciutto e alto, è entusiasta per la nuova avventura e ovviamente anche di ricevere la coppa. Per la “Rainzùr”, Marzia Ferlito si diverte a giocare con la coppa, mentre tutta la squadra del Minotauro festeggia per un trofeo più che meritato.

Seguono le targhe per tutte le squadre partecipanti, consegnate dai dirigenti del centro commerciale. Tutti a casa? No, il lungo sabato di basket non è mica finito…

Roberto Quartarone

“Etnapolis Cup” – Grande successo dell’evento di basket organizzato al Centro Commerciale Etnapolis di Belpasso

taglio nastro
NASTRO. Il taglio del nastro con le autorità [Massimo D’Agata].

CATANIA – Il taglio del nastro da parte del direttore del centro Commerciale Etnapolis, dott. Alfio Mosca, affiancato dal presidente della Virauto Ford Pallacanestro Catania, Costantino Condorelli e da Carmelo Prestipino, in rappresentanza di tutte le attività commerciali del Centro, ha dato ieri il via a “Etnapolis Cup”, la festa della pallacanestro organizzata in occasione dell’inaugurazione del campo di basket esterno al Centro Commerciale Etnapolis di Belpasso.

Oltre 100 tra giocatori e giocatrici hanno dato vita alla “maratona” della “palla a spicchi” che per l’intera giornata ha animato il “playground” di Etnapolis con partite combattute, tecnicamente valide e sempre all’insegna della massima correttezza e sportività.

Testimonial della manifestazione, co-organizzata dal Centro Commerciale Etnapolis e dalla Pallacanestro Catania, con il patrocinio della Fip provinciale del presidente Michelangelo Sangiorgio, sono stati i giocatori della Virauto Ford Catania di serie B dilettanti che hanno trascorso la mattinata tra il playground e i negozi della Galleria Commerciale.

gruppo etnapolis
GRUPPO. Foto di gruppo con molti dei partecipanti [Massimo D’Agata].

Ad aprire “Etnapolis Cup”, dopo un minuto di raccoglimento in ricordo di Francesco Arcidiacono, ex giocatore di basket prematuramente scomparso venerdì scorso, sono state le partite di qualificazione del Torneo under 17 dove si sono affrontate le formazioni di Adrano, Belpasso, Cus Catania A, Cus Catania B, Gravina e Taormina.

La finalissima Under 17 ha visto il Cus Catania A, guidato in panchina da Rubens Malagò, ad avere la meglio, con il punteggio di 20-17, sulla formazione dello Sport Club Gravina del coach Gianfranco Morelli.

Spazio poi, al basket femminile con le ragazze della Lazur e della Rainbow, che per l’occasione hanno dato vita a due squadre miste, capaci di regalare spettacolo con una gara combattuta fino alla fine e vinta, con il punteggio di 20-18, dalla formazione Lazur-Rainbow A, guidata da Valeria Puglisi, sulla squadra Lazur Rainbow B del coach Giuseppe Laneri.

Alle 17, davanti a un pubblico numeroso e appassionato, è stato il turno di Gad Etna e Minotauro Taormina, la partita senior maschile, match clou dell’evento, vinta dai messinesi dell’allenatrice Antonella Merola sui catanesi guidati in panchina da coach Giuseppe Guadalupi con il risultato di 60-51.

Nel corso di “Etnapolis Cup” si è svolta anche la gara dei tiri da 3 che ha visto trionfare a pari merito Alfio Mazzaglia (Belpasso); Federico Lo Faro (Cus Catania A) e Mattia Garozzo (Sport club Gravina).

cus catania
CAMPIONCINI. I vincitori del torneo Under-17, il CUS Catania “A” di Rubens Malagò [Massimo D’Agata].

Al termine della giornata spazio alle premiazioni di tutte le squadre partecipanti; a premiare i giocatori e le giocatrici sono stati Massimiliano Manias, direttore di Media World; Alberto Scalzo, direttore di Emmelunga; Sandro Mangano della direzione di Etnapolis, in rappresentanza del direttore Alfio Mosca; Carmelo Prestipino, in rappresentanza dei negozi del Centro commerciale e Simone Motta, dirigente della Pallacanestro Catania.

In occasione di “Etnapolis Cup”, su iniziativa della Famiglia Abate, è stata promossa una raccolta fondi a favore dei bambini della Pediatria del Policlinico di Catania, per realizzare una “zona basket” nell’area esterna adiacente al reparto.

Etnapolis Cup – i risultati

• Under 17 qualificazioni
1A) Adrano – Gravina 15-16
1B) Cus Catania B – Taormina 22-16
2A) Adrano – Belpasso 22-8
2B) Cus Catania B – Cus Catania A 13-20
3A) Gravina – Belpasso12-11
3B) Taormina – Cus Catania A 18-19

• Finale Torneo Under 17
Sport Club Gravina – Cus Catania A 17-20

• Partita senior Femminile
Lazur/Rainbow A – Lazur/Rainbow B 18-20

• Partita senior Maschile
Gad Etna – Minotauro Taormina 51 – 60

Catania, 13 settembre 2009

Ufficio stampa
Virauto Ford Pallacanestro Catania

Vedi anche:
Il programma dell’Etnapolis Cup
La presentazione dell’Etnapolis Cup
Etnapolis Cup, giovani e solidarietà
Etnapolis Cup, una giornata di basket
Tiri liberi – 22 giugno. Tornei 3vs3