Novatti: «Ho il basket nel sangue»

Il ventenne Apet Novatti stima Max Reale, suo concittadino ~ I fratelli hanno giocato a Marsala e Reggio Calabria ~ «Sto bene e ho tanta voglia di fare» ~ Turista con Gambolati.

novatti
APET NOVATTI. Il nuovo playmaker under della Virauto Ford Catania, Apet da Córdoba, Argentina [Pall. Catania].

Il nuovo acquisto rossazzuro Apet Novatti a Catania per raggiungere traguardi importanti.

Catania, 14 agosto 2009 – Giovane, sorridente, ambizioso e con la voglia di fare bene. Ecco Apet Novatti, classe ’89, il terzo nuovo acquisto della Virauto Catania dopo il pivot Antonio Gambolati e la guardia-ala Marco Confente.
Argentino di Cordoba, la stessa città dell’ altro rossazzurro, Max Reale, papà di origine marchigiana e mamma armena, Novatti si appresta a vivere questa nuova avventura con entusiasmo e determinazione.

Apet, dove hai cominciato a giocare a basket ?
“Nella mia città Cordoba, nel paese di Requarto, in Argentina. Poi sono venuto in Italia e ho iniziato a giocare nelle giovanili del Massafra. Nell’ultima stagione sono stato a Canicattì e quest’anno ancora in Sicilia”.

E adesso a Catania….
“Felicissimo di questa scelta. La Virauto è un’ottima squadra con alle spalle una società seria ed ambiziosa: per un giovane come me è la squadra ideale per migliorarmi e maturare cestisticamente”.

Con quali obiettivi ti appresti ad iniziare la stagione ?
“Sono un giocatore che non si risparmia. Scenderò in campo sempre con l’intento di dare il massimo per raggiungere, insieme alla squadra, risultati prestigiosi”.

Cestisticamente parlando hai un idolo, un giocatore al quale ti ispiri?
“Oltre a stimare il mio concittadino Max Reale, ho due idoli: i miei fratelli”.

Una intera famiglia con una sola grande passione….
“Si, il basket l’abbiamo nel sangue! I miei fratelli sono più grandi di me. Juan, ha 29 anni e gioca in C regionale a Marsala. Luciano, dopo la parentesi a Reggio Calabria, cerca una nuova squadra. Sono due ragazzi seri e fortissimi con la palla tra le mani”.

Primi giorni di preparazione, come ti stai trovano con i nuovi compagni e coach Borzì?
“L’inizio della preparazione è sempre impegnativo, sia fisicamente che a livello mentale ma l’ambiente è sereno e stimolante e io sto bene e ho tanta voglia di fare”.

Conoscevi qualcuno dei tuoi nuovi compagni oltre a Reale?
“Non personalmente, ma di fama. Adesso ho avuto modo di conoscerli e sono dei ragazzi splendidi con i quali sono subito entrato in sintonia. Con Gambolati, un altro volto nuovo, dopo l’allenamento siamo andati in giro per Catania per conoscere da vicino la nostra nuova città”.

Che ne pensi di Catania ?
“A primo impatto mi sembra splendida, ”.

Insomma, ci sono tutti i requisiti per una stagione ricca di soddisfazioni.
“Io sono pronto a mettermi in gioco, a sudare in allenamento per essere sempre pronto a scendere in campo quando serve. Le condizioni ci sono tutte per poter fare bene e raggiungere risultati importanti ”.

UFFICIO STAMPA

Vedi anche:
“Mister X” Novatti e l’abbinamento Virauto
Confente: «Darò il massimo con la Virauto»
Gambolati: «Felice di essere alla Virauto»