Basket, D/m: Futura-Azzurra 85-78

La Futura batte l’Azzurra e risale in classifica.

Futura-Azzurra 85-78
Istituto Leonardo da Vinci di Catania, 14 marzo, 17:00

Futura Club Catania: Cavalli 4, Cavallari 11, Crimi 13, Pulvirenti 6, Marino 14, Gullotti 8, Petrone , Cuscunà 2, Riccobene 23, Stimolo 4. – Allenatore G. Leonardi.
Azzurra Belpasso : Immè 7, Caia, Guarnaccia 3, Famoso 7, Rasà 14, Concorso 14, Puglisi, barrera 8, Nicolosi 3, Tallarico 22 – Allenatore G. Liguori .
Arbitri: Gerardi G. e Mastroeni D.
Parziali: 24-22/ 23-22/ 24-20 /14-14.

Una Futura in ascesa batte la mai doma e coriacea Azzurra Belpasso, compiendo un salto in classifica che la fa respirare e la incoraggia ad affrontare la prossima trasferta contro il temibile Cus Palermo.

La gara non è stata esaltante, ma equilibrata , a tratti piacevole a vedersi a tratti confusa e disordinata.

L’ Azzurra ha provato ad accelerare nei primi due quarti iniziali grazie ai buoni spunti di capitan Tallarico coadiuvato da Rasà e Concorso, cui hanno risposto le bombe – a volte a salve – di Riccobene e le penetrazioni di Marino e Cavallari . Nel terzo quarto un rinfrancato Tallarico sembrava poter trascinare i suoi alla rimonta con otto punti di seguito ma Riccobene prima e Gullotti (buona la sua regia) e Crimi dopo stoppano l’ardore azzurro rispondendo per le rime e aumentando il distacco a sette punti.

L’ultimo quarto vede una Futura affannata in difesa e pasticciona in attacco che vuole scrollarsi di dosso il fiato degli stanchi belpassesi , che non riescono a concretizzare le loro trame in attacco lasciando agli avversari i due punti della posta in palio.

La Futura ha il merito di aver sprecato di meno e giocato di squadra nei momenti topici approfittando del gioco a corrente alternata degli avversari. Riccobene, Crimi soprattutto in difesa con Marino e Gullotti gli artefici di questa vittoria voluta fortemente ma giocata anche con troppo nervosismo .

Andrea Gangemi