Basket, C2/m: Edil Tomarchio-VittorPlastic 79-55

La Edil Tomarchio doveva assolutamente vincere dopo le ultime prove in chiaroscuro…

Edil Tomarchio-VittorPlastic 79-55
Istituto San Luigi di Acireale, 21 marzo, 19:00

Edil Tomarchio Acireale: Catalano n.e-Russo 11-Prudente 9-Spadaro 25-Fraticelli 8-Vigo 8-Marletta 14-Rapidarda 4-Fichera-Garozzo. All. Nicolosi.
Vittorplastic Vittoria: Lonatica 10 – Corallo 1- Calvo 14 – Bottino 9- Volpicelli- Damasco6 –Cafiso 10 –Motta- Imola 5 – Lombardo. All. D’Iapico
Arbitri:Festone e Paternicò di Piazza Armerina.
Parziali:21-16;40-28;56-48;79-55.

Vincere e giocare bene dando una dimostrazione di forza,di squadra compiuta,contro la Vittor Plastic.

Obiettivo centrato dai sanluigini che riescono con un rotondo punteggio ,79-55,ad avere la meglio del Vittoria,venuto ad Acireale per giocare la sua partita. Il quintetto in maglia verde,si è trovato di fronte un avversario,il San Luigi,che sin dalla palla a due, ha sfoderato tutta la sua cattiveria

agonistica,credenziale da parecchio tempo riposta in soffitta dal roster acese.

C’era una lista di giocatori inutilizzabili,lunga come quella della spesa. Catalano in panchina solo per non disertare l’impegno,Porto e Vetrano a letto con la febbre e Foti in tribuna acciaccato.

La Edil Tomarchio è tornata a convincere come detto sin dalla palla a due. Spadaro,assolutamente

incontenibile, già nel primo quarto viaggiava in doppia cifra,ben assistito dall’under Russo,al quale

Nicolosi ha dato la chance di partire in quintetto.Fiducia riposta nel giocatore ben ripagata. Russo ne mette dentro undici di bottino personale; Marletta sotto canestro punge e con i suoi rimbalzi offensivi è bravo a creare extra possessi.

Così con il vantaggio di più dodici su Vittoria già all’intervallo,i sanluigini possono tirare il fiato.

Iniziano le rotazioni di Nicolosi e c’è spazio pure per gli altri under Garozzo e Fichera che chiamati in causa tengono bene il campo. Per gli ospiti,bene il veterano Lonatica e da sottolineare la doppia cifra di Calvo.

La gara si mette quindi in discesa per i padroni di casa. Spinti anche dai contropiedi di Vigo e Rapisarda,e dalle due triple consecutive del duttile Fraticelli, gli acesi ipotecano la contesa con un tempo d’anticipo.


GIUSEPPE VITALE UFF.STAMPA