Basket, C2/m: Edil Tomarchio-Mens Sana 69-49

EDIL TOMARCHIO- MENS SANA MASCALUCIA 69-49


Continua a vincere la Edil Tomarchio, continua la corsa sul Comiso. Certamente,con il successo di stasera,i sanluigini, a meno di fare folli harakiri nelle restanti cinque gare di campionato,non dovrebbero trovare soverchie difficoltà a portare a casa un comunque prezioso secondo posto,da onorare in vista degli imminenti playoff.

Difficoltà che il punteggio al termine dei quaranta minuti di gara potrebbe senz’altro occultare,

ma che in realtà ci sono state, e si traducono in una prestazione certamente non delle migliori.

Si doveva vincere, e così è stato. Si chiedeva una prova di forza accompagnata dal bel gioco,e così purtroppo non è stato. Sugli scudi invece,le prove superlative di Vetrano e Prudente e i polmoni del play Catalano,orfano in cabina di regia del collega Rapisarda. Assenza pesante quella di Spadaro,e consueta rotazione di pivot che stasera veniva dimezzata. Spazio quindi al jolly Fraticelli,pochi minuti per lui,ma solito prezioso contributo difensivo.

A pestare sull’acceleratore sono stati per primi gli ospiti. Sulle distrazioni difensive dei sanluigini.

il tandem Pasquali-Valenti andava a nozze. Tardavano ad arrivare gli aiuti sul penetra e scarica del play catanese Luca Santangelo, e la Mens Sana cosi,complice un San Luigi farraginoso e con le idee

appannate,chiudeva in vantaggio il primo quarto.

Una rarità davvero la penuria di punti dell’attacco sanluigino a fine secondo quarto, a testimonianza di un approccio sbagliato al match.

Così gli ospiti potevano andare al riposo lungo ancora avanti nel punteggio,meritando per quanto fatto fino a quel momento.

Cosa abbia detto Nicolosi ai suoi negli spogliatoi è facile da intuire dalla reazione profusa dai sanluigini nei primi minuti del terzo quarto. Alle sollecitazioni del coach acese rispondevano in primis Prudente(diciassette punti),poi a ruota il collega di reparto Vetrano(diciotto punti).

La scossa per riprendersi in mano il timone della gara,in pratica partiva dai due pivot che in un amen andavano in doppia cifra e infiammavano il parquet ,dando colore ad una prestazione sino a quel momento a tinte grigioscure.

Con il pallino del gioco in mano,la gara diventava difficile per gli ospiti. Un parziale di 12-2 scavava un solco profondo tra i due quintetti. Allegra per la Mens Sana provava a prendere per mano i suoi con sei punti di fila,ma il sussulto ospite non bastava perché Prudente e Vetrano commutavano i tiri in sentenze inappellabili che mandavano in ghiaccio la gara.

Sul cammino dei sanluigini ci sono ancora Siracusa, San Filippo del Mela e Mia.

Avversari scomodi da affrontare con la giusta concentrazione, alleata quantomai indispensabile per gli incombenti playoff.

Parziali:9-18;23-25;45-38;69-49.

Edil Tomarchio: Marletta 11,Prudente 17,Vetrano 18,Catalano 4,Vigo 3,Porto 5,Fichera,Fraticelli 4,

Russo 4,Foti 3. All. Nicolosi.

Mens Sana:Pasquali 11,Caruso 1,Valenti 14,Boschi 2,Boschetti 3,Gissara 2, Granata, Allegra 7,

Santangelo L. 9,Santangelo D. All. Giorgianni.

Arbitri:Imbergamo di Caltanissetta, Di Paola di Catania.

GIUSEPPE VITALE UFF.STAMPA