Basket, B Ecc.: Basilia-Rainbow 51-70

Basilia-Rainbow 51-70
PalaPergola di Potenza, 31 gennaio, 15:30

Basilia Potenza: Valisena 11, Gambardella 12, Filograsso 15, De Luca 2, Crovatto 4, De Rosa 7, Sanza, Dimonte.
Rainbow Catania: Fabbri 10, Ferlito 14, Felice 14, Chimenz 14, Cabibbo 14, Saporito 2, Gambino 2, Messina, Caruso.

Chi ha potuto assistere alla precedente partita della Rainbow Catania giocata sabato 24 Gennaio davanti al proprio pubblico contro il Latina, si era già sicuramente accorto di qualche segnale positivo differente dal solito lanciato dalla squadra etnea. Sabato scorso a Potenza la Rainbow è stata praticamente perfetta, il team che ogni allenatore vorrebbe sempre allenare. Complice un pizzico di fortuna che nello sport non guasta mai, la compagine catanese non sbaglia niente e gira senza intoppi. Tanti errori da parte di Sansa e compagne, che non sono mai riuscite a tenere testa alle siciliane per tutti i quattro tempini. Fischio d’inizio e partono Fabbri, Felice, Cabibbo, Chimenz e Messina. Basta dare poi uno sguardo allo scout finale per vedere quanto sia stato ben distribuito equamente il bel gioco tra le 9 rossoazzurre, nove perchè non ha fatto parte del roster Valeria Puglisi, rimasta a Catania per motivi personali. Cinque di loro in doppia cifra, Fabbri ha fatto 10, e ben quattro con 14 punti nelle mani e ottime percentuali di realizzazione.: Felice, Ferlito, Cabibbo e Chimenz le top scorer. L’arbitraggio molto severo non è bastato a frenare la grinta e la determinazione, e non di meno l’agonismo della Rainbow, schierata in campo con una difesa a uomo mantenuta per tutto l’incontro e che ha ben contrastato il duro gioco fisico interpetrato dalla squadra di casa, in tutti i reparti. Crovatto e Chimenz alzano i gomiti sotto canestro, e la bravura della giovane messinese vince sull’esperienza tecnica della pivot del Potenza. Chimenz si fa largo sotto le plance e si aggiudica la maggior parte dei rimbalzi, assieme a Messina e Saporito, altra piccola della Rainbow protagonista di una buona prestazione anche lei. In regia, Fabbri costretta al riposo in panchina a causa di qualche fischio in più da parte della coppia arbitrale, contrasta bene un’ Aurigemma pur sempre incisiva e la costringe a molti errori al tiro e alla virgola sul suo referto. Filograsso apre con una bomba da 3 che faceva ben sperare la sua squadra almeno nei primi minuti e che comunque importante, chiuderà la sua partita con 15 punti e come migliore realizzatrice. Brave Ferlito, gran bel lavoro il suo sia in difesa che nelle incursioni in attacco, Felice, fondamentale anche nel ruolo non suo di regista sostituendo a sprazzi Fabbri; poi brave Gambino, ancora Messina e Caruso. Subito avanti sin dal primo quarto terminato sul 24/12, la Rainbow tiene sempre in mano le redini dell’incontro, dominando soprattutto negli ultimi due tempini.
Due punti inaspettati, ma sperati, che fanno tanto morale e sistemano un po la situazione in classifica. Ma non c’è tempo per rilassarsi per le rossoazzurre e sono assolutamente vietati i cali di tensione. Domenica si deve replicare con umiltà e coerenza contro la corazzata Ragusa di coach Aldo Leggio: e non sarà di certo una passeggiata.

Addetto stampa
Maria Luisa Lanzerotti