Basket, B Dil.: Cisa-Virauto 80-78

Virauto Ford Catania: sfiorato il colpaccio a Massafra

Massafra 80
Virauto Ford Catania 78
Massafra: Paparella 14, Ricci 5, Birindelli 17, Nocioni 12, Di Marco 14, Helale, Soro 18, Carcano, Angelino, Valentino.All.Roggiani.
Virauto Catania: Degregori 15, Saccà 18, Valerio 10, Naso 11, Reale 12, De Luca, Rolando 12, Catotti ne, Di Masi ne, Basile ne. All. Borzì

Una vittoria sfiorata. La Virauto Ford Catania anche a Massafra, contro un quintetto in gran forma, sciorina l’ennesima ottima prova della stagione.Il quintetto di coach Pippo Borzì meritava di vincere il confronto per il carattere, l’ardore, la grinta e la determinazione con la quale ha affrontato il match. Insomma, gli etnei non sono più una sorpresa del campionato ma una lieta realtà. Nonostante le assenze di Consoli e Trevisan, Marco Rolando e compagni hanno giocato una gran partita, e, soltanto a 8’’ dalla sirena, hanno dovuto arrendersi agli avversari. Degregori è stato, come di consueto, un autentico leader, Reale, Naso, Valerio, Rolando, hanno ben giocato. Saccà è stato protagonista di una prova da incorniciare. Il giovane catanese è il valore aggiunto di questa squadra, un funambolo, una scheggia velocissima capace di colpire letalmente. Il quintetto di Borzì gioca bene e merita di lottare in piena zona play off. I rossazzurri si aggiudicano il primo parziale e conducono la partita col piglio della grande squadra riuscendo anche ad andare avanti di 13 punti (19-32). Il Massafra torna in partita, recupera e chiude all’intervallo lungo 43-42. La seconda parte di gara è a dir poco avvincente. Splendida la prova della Virauto Ford Catania su un parquet dove in pochi hanno raccolto consensi e punti. Si va avanti punto a punto, il confronto diventa equilibratissimo, Soro porta in vantaggio di 4 punti i suoi a 8’’ dalla sirena, Saccà accorcia, ma non c’è il tempo per recuperare. Rimane il rammarico per una vittoria che ci stava tutta, ma si è soddisfatti per l’ennesima prova del gruppo, praticamente strepitoso. Il prossimo confronto è il derby interno col Canicattì. Una gara da vincere per aumentare il bottino, già ragguardevole, di punti in classifica. Unica nota stonata l’infortunio alla spalla occorso a Davide Naso che oggi verrà sottoposto ad ulteriori accertamenti.

L’addetto stampa
Andrea Rapisarda