Basket, C2/m: Gravina-Motorauto 61-59

Prima vittoria in casa per il Gravina

S.C. Gravina: Di Bella 9; Gullotti C. 5; Gulinello 18; Torrisi 7; Barbera; Marino F. 8; Minardi M. 5; Ganci 9; Indiogine n.e.; Cavallari; La Mantia n.e.; Lino n.e.
Mia Messina: Ioppolo 10; Bonomo 16; Bonfiglio 4; Barlassina 4; Pizzuto 8; Martino 6; Minatoli G. 11.
Parziali: 12/11; 34/24; 49/42; 61/59.

Vince la sua prima partita in casa lo S.C. Gravina del Presidente De Fino al termine di un incontro da sconsigliare ai deboli di cuore.

Anche se per tutta la partita i locali erano riusciti, a fatica, a tenere sempre un piccolo vantaggio sui messinesi, nei secondi finali si è rischiato di andare ai tempi supplementari.

Quando mancavano 14 sec al termine, sul punteggio di 61/59, “Alta tensione Gullotti” si lanciava in penetrazione procurandosi due tiri liberi.

Purtroppo non riusciva a realizzare nessuno dei tiri a disposizione e la palla passava ai messinesi per l’ultimo attacco della partita.

A 2 secondi dalla fine veniva fischiata infrazione di passi e, quindi, la palla passava al Gravina per la rimessa dal fondo.

Non appena partito il passaggio, Pizzuto si scontrava con Gulinello e finiva a terra. Veniva fischiato fallo antisportivo al capitano dei locali e Pizzuto poteva usufruire di 2 tiri liberi. La dea bendata vestiva la maglia del Gravina e il play messinese faceva 0 su 2 consegnando la vittoria ai locali.

Venendo alla cronaca dell’incontro, da segnalare un primo quarto equilibrato con “Dolcezza Minardi” entrato in partita con grande determinazione e Guli che faceva vedere subito di essere in palla.

L’inizio del secondo periodo è pessimo: in una stessa azione ben 4 tiri sparacchiati senza alcun senso…

Poi, da una parte una efficace difesa a zona e dall’altra le triple di Ganci, Di Bella e Gullotti, determinano un vantaggio di 7 punti rimpinguato fino a 10 grazie alla prodezza del “Toro Torrisi” che ad un secondo dal termine realizza un canestro da metà campo.

Il terzo quarto si apre, come sempre, con un break subito dai ragazzi di Gravina: solo dopo il 6 a 0 il “Vampiro Marino” di prepotenza mette a segno i 2 punti che spezzano l’incantesimo.

Il fallo tecnico fischiato a Baldaro consente a Guli di realizzare 3 su 4 tiri liberi fissando il punteggio sul 49/42

L’ultimo periodo comincia male per il Gravina: si subiscono due canestri di seguito su due penetrazioni degli ospiti e si registra subito una palla persa.

Poi Marino realizza su scarico di Guli, lo stesso Guli va a canestro su palla recuperata da Torrisi.

Così si arriva, punto a punto, fino al finale al cardiopalma che premia i ragazzi di coach Angirello interrompendo una serie negativa di 4 sconfitte di fila.

Prossimo impegno ancora in casa al “PalaArcidiacono” alle 18:30 contro la Mens Sana Mascalucia.

Livio Lo Nigro
Addetto Stampa Sport Club Gravina.