Basket, B Dil.: Virauto-Cisa 84-82

Vittoria della Pall. Catania sul Massafra macchiata dalla tragedia che ha colpito la società Eldo Juve Caserta.

Salto a due

SALTO A DUE. Si inizia:Marco Rolando tenta di conquistar palla [Basket Catanese].

Virauto-Cisa 84-82
PalaArcidiacono di Catania, 9 novembre, 18:00

Virauto Ford Catania: Trevisan 20, Degregori 13, Rolando 21, Consoli 18, Valerio 4, Naso 2, De Luca 2, Catotti 4, Di Masi ne,  Saccà ne. All.: Borzì.
Cisa Massafra:
Valentino 7, Helale 8, Ricci 20, Saborido 21, Birindelli 10, Soro 10, Angelino 6, Francioso ne, Carcano ne, Marra ne. All.: Cantone.
Arbitri: Del Felice e Caroli.
Parziali: 26-21, 23-24, 15-21, 20-16.

La società Virauto Ford Pallacanestro Catania è vicina alla società di serie A Eldo Juve Caserta (anche il match di serie A tra i campani e la Scavolini Pesaro, è stato rinviato a data da destinarsi). In seguito all’incidente autostradale, avvenuto alle porte di Napoli che ha visto la morte l’allenatore della squadra Under 15 Giuseppe Di Noia e un giovane cestista, Paolo Mercaldo. La squadra tutta, il coach Pippo Borzì, il presidente Costantino Condorelli e l’intera dirigenza rossazzurra sono vicini alla società casertana per la tragedia avvenuta. Passa, dunque,in secondo piano il successo ottenuto sul Massafra, che, per la cronaca gli etnei hanno battuto 84-82. In un PalaArcidiacono gremito da 700 appassionati spettatori, la Virauto Ford Catania ottiene la terza vittoria consecutiva che le consente di raggiungere il secondo posto in classifica.

Trevisan

CAPITANO. Sandro Trevisan tenta la penetrazione. Altri 20 punti per lui [Basket Catanese].

Basket Catanese fa le condoglianze alle famiglie di Emanuela Gallicola, Gianluca Noia, Paolo Mercaldo e Luigi Mercaldo, di cui potete trovare la storia su Tuttobasket.net. Diamo comunque un breve resoconto della partita del PalaArcidiacono tra Pallacanestro Catania e Basket Massafra.

Il mai dimenticato tecnico catanese Riccardo Cantone è l’attrazione delle giornata. Poco prima dell’inizio, il presidente della FIP provinciale Michelangelo Sangiorgio e il consigliere regionale Carmelo Carbone lo premiano per la sua attività. Sabato, aveva promesso una gara con il coltello fra i denti malgrado le tante assenze per infortunio e il Massafra conferma le aspettative. Dal canto suo, Catania affronta la gara con la determinazione e le motivazioni figlie delle ultime prestazioni positive e non si fa scoraggiare dalla prestanza fisica degli avversari.

cantone

PREMIATO. Riccardo Cantone, allenatore catanese del Massafra, è stato premiato dalla FIP etnea [Basket Catanese].

Per quasi tutto l’incontro, si gioca sull’asse Trevisan-Consoli. I due esterni costruiscono, segnano e si prodigano in difesa. Meno bene in difesa vanno gli altri compagni, che subiscono eccessivamente le penetrazioni di Ricci e Saborido, mentre Birindelli, autore di 33 punti contro Canicattì, è meno pericoloso del solito. Sotto canestro Marco Rolando disputa un’altra ottima partita. Per tutta la gara, vige la regola dell’equilibrio: non appena una delle due squadre aumenta leggermente il vantaggio, l’altra la raggiunge. Va benissimo a Catania, che si trova quasi sempre a gestire il vantaggio.    Il Massafra di Riccardo Cantone parte
di gran carriera e dopo 2’e 35’’ è avanti 8-17. Poi è venuto fuori il “cuore rossazzurro. Etnei che giocano a ritmi veloci e, riescono nel secondo quarto a raggiungere un + 12 (42-30). Poi, la partita, scorre su un canovaccio di grande equilibrio. L’ultima rimonta rossazzurra, quella decisiva, avviene nell’ultimo quarto e il timbro sull’affermazione è posto dai soliti Trevisan e Consoli: il primo sbaglia i due liberi a pochi secondi dalla fine, il secondo prende il rimbalzo che chiude la gara e fissa il punteggio sull’84-82. Ora Catania è seconda in classifica: non era così in alto dal 2003-2004.

È una vittoria ottenuta grazie alla grande determinazione e il superbo carattere con il quale il quintetto rossazzurro ha interpretato la gara. Una affermazione prestigiosa, conquistata contro una delle squadre favorite per il salto di categoria. Il play Marco Consoli ha confermato di aver pienamente recuperato la miglior condizone dopo l’infortunio. Rolando è stato un autentico gladiatore, implacabile sotto le plance, Trevisan il solito instancabile capitano, capace di deliziare la platea con le sue bombe da 3. Insomma, la squadra migliora di giornata in giornata. Il prossimo impegno è in quel di Canicattì, per un derby tutto siciliano che promette spettacolo.

L’addetto stampa – Andrea Rapisarda
(con aggiunte di Roberto Quartarone)

Il servizio fotografico a cura di Basket Catanese

2 thoughts to “Basket, B Dil.: Virauto-Cisa 84-82”

I commenti sono stati chiusi.